Lombardia paga ultima tranche contributi Pac


Regione Lombardia ha ultimato con un’ultima tranche che riguarda quasi 500 aziende, la liquidazione di un’ultima porzione di contributi Pac (Politica agraria comune) relativamente alla ”domanda unica” 2009, che si e’ avviata a partire da ottobre. Complessivamente sono stati erogati a 36.761 aziende agricole lombarde fondi per oltre 500 milioni di euro, in cambio dell’impegno da parte di ciascuna azienda a rispettare un complesso sistema di regole aggiuntive e vincolanti che riguardano la coltivazione dei terreni, l’allevamento degli animali, la conduzione complessiva delle aziende agricole. Questa ultima tranche di liquidazione, con la quale viene appunto completato il pagamento dell’intero ammontare dei contributi, ha riguardato 473 aziende, per complessivi 12.177 milioni di euro. Nello specifico, 242 aziende (per un importo di 5,4 milioni) non riceveranno direttamente il contributo in quanto lo stesso e’ stato utilizzato per compensare un debito con l’Amministrazione dello Stato relativamente alle quote latte; 231 imprese, cui vanno 6,7 milioni, sono invece state direttamente liquidate. ”Con questo atto – precisa il presidente Roberto Formigoni -si concludono le operazioni di competenza regionale che hanno indotto, negli ultimi sei giorni, gruppi di allevatori appartenenti ad una organizzazione sindacale a manifestare sotto gli uffici regionali”. ”Il comportamento della Regione – prosegue Formigoni – si e’ improntato, come sempre, al piu’ rigoroso rispetto delle regole, comunitarie e nazionali, allo scopo di avere assoluta certezza delle motivazioni giuridiche per le quali distinguere queste due forme di pagamento, previste dall’ultime riforma sulle quote latte approvata nel 2009 dall’allora ministro per le Politiche Agricole, Luca Zaia”. ”Peraltro – aggiunge l’assessore all’Agricoltura, Giulio De Capitani – nulla di diverso e’ possibile attendersi dalla Regione che produce ogni giorno oltre il 40% del latte italiano e che per questo e’ chiamata ad essere modello di comportamento rispetto a tutta quella serie di organi, nazionali e comunitari, che vigilano puntualmente verificando a cadenza continua il nostro operato. Ogni eventuale evoluzione del quadro di riferimento che verra’ segnalata dal ministro Galan (al quale le condizioni di difficolta’ di molti degli allevatori lombardi erano state segnalate il 23 giugno) verra’ registrata ed applicata dagli uffici regionali”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.