Lotta al caporalato: Martina, il 2016 deve essere anno di svolta

Martina5
”La lotta al caporalato non va in vacanza, e il 2016 dovrà essere l’anno di svolta. E il disegno di legge presentato dal governo che andrà ora in Senato, alla ripresa dei lavori, può essere la svolta”. Lo ha detto il ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Maurizio Martina al termine dell’incontro, nella sede del Mipaaf, con Andrea Orlando e Giuliano Poletti – i ministri co-firmartari del disegno di legge approvato in Consiglio dei ministri il 13 novembre – il presidente dell’Inps Tito Boeri, le parti sociali, le organizzazioni agricole e le imprese della grande distribuzione (Gdo) e dell’industria alimentare. “Questo lavoro di lotta al caporalato – ha sottolineato il ministro Martina – è continuo, quotidiano. Bisogna crederci sulla ‘Rete del lavoro agricolo di qualità’, su questa idea di validazione della qualità e etica nel lavoro nel settore primario e per questo oggi abbiamo incontrato le imprese e le parti sociali. Credo che la Rete sia un tratto discriminante in positivo – ha detto Martina – e che possa essere un tratto di riconoscibilità soprattutto in alcuni territori”. Inoltre la norma, ha concluso il ministro Martina, “per la prima volta prevede un Piano di accompagnamento dei lavoratori stagionali con ingaggio del Terzo Settore, a partire dal Piano di accoglienza dei lavoratori stagionali”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.