Macchine Agricole: proroga delle revisioni e del patentino

diserbo_6La Cia Agricoltori italiani di Imola informa le aziende interessate che è stato prorogato di sei mesi il termine di revisione delle macchine agricole.
La decisione presa dalle commissioni Affari costituzionali e Bilancio alla Camera differisce al 30 giugno l’obbligo entrato formalmente in vigore lo scorso 31 dicembre ai sensi degli articoli 111 e 114 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285.
La Cia ricorda, inoltre, che da 1° Gennaio è entrato in vigore l’obbligo – sancito dall’art. 73 comma 5 del D.Lgs. 81/08 e definito dall’accordo stato-regioni del 22 febbraio 2012 – di conseguire l’abilitazione alla conduzione di trattori agricoli e forestali, quello che viene comunemente definito “patentino”.
“Dall’inizio dell’anno – spiegano i tecnici di Cia Agricoltori Italiani di Imola – gli agricoltori dovranno dimostrare di avere uno specifico addestramento per la conduzione dei trattori agricoli.
Per consentire alle imprese di adeguarsi alla normativa abbiamo attivato un servizio per informare gli agricoltori dei nuovi obblighi e consentire loro di mettersi in regola.
Vogliamo ribadire che la sicurezza in azienda è importante e tutti gli operatori che conducono un trattore – nel caso ci siano dei dipendenti in azienda l’obbligo vale per chiunque si mette alla guida – deve dimostrare la sua idoneità e capacità nel farlo in maniera sicura.
La normativa tiene ovviamente conto delle abilità conseguite, magari nel corso di molti anni di lavoro”. Per chi ha almeno due anni di esperienza certificata maturata prima del marzo 2013, infatti, può compilare una dichiarazione sostituiva di atto di notorietà – il modulo può essere compilato anche negli uffici della Cia in maniera semplice e veloce – quindi un’autocertificazione che deve essere conservata ed esibita su richiesta.
Entro il 12 marzo 2017 deve comunque frequentare un corso di aggiornamento di quattro ore. Se, invece, non si può certificare l’esperienza, ma si conduce, di fatto, un trattore agricolo in azienda occorre frequentare un corso di formazione di almeno 8 ore (tre ore di teoria giuridica e tecnica teoriche e cinque ore di pratica).
“Questo – spiegano ancora i tecnici Cia – vale anche per chi non è ancora addetto alla conduzione di trattori agricoli e vuole conseguire l’abilitazione”.
Condurre in maniera sicura i trattori agricoli è fondamentale per garantire l’incolumità dell’operatore e prevenire gli incidenti sul lavoro in agricoltura.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.