Macchine per il giardinaggio: la sfida di EIMA Green

Nei primi sei mesi dell’anno le vendite di macchine e attrezzature per la cura del verde calano del 13,4%, ed è prevedibile che anche nella seconda parte dell’anno il mercato sarà influenzato dalla congiuntura economica non favorevole. Il presidente dei costruttori Franco Novello parla, tuttavia, di un possibile miglioramento della situazione legato alla ripresa in alcune aree del continente europeo, e di grandi aspettative per l’evento espositivo di EIMA Green, in programma a Bologna dal 7 all’11 novembre.
Il mercato italiano delle macchine e attrezzature per il giardinaggio e la cura del verde segna, nel primo semestre 2012, un decremento del 13,4% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Dopo il calo delle vendite pari del 4,8% registrato a fine 2011, il settore delle macchine per il gardening prosegue dunque la sua fase negativa, sia pure con andamenti differenti per le varie tipologie di macchine: decespugliatori e motozappe registrano un calo superiore al 20%, mentre cali più contenuti si hanno nel comparto dei biotrituratori (-10%) delle motoseghe (-8,7%). In stallo il mercato dei trimmer (-1%) mentre in controtendenza risulta la tipologia dei soffiatori e aspiratori che registra una crescita del 10,7%. Il mercato nazionale sconta dunque gli effetti della recessione, e si prevede che possa chiudere l’anno con un numero complessivo di macchine ed attrezzature intorno al milione di unità, quindi inferiore rispetto al totale di 1.095.000 vendute nel 2011. Rispetto alla prima metà dell’anno, tuttavia, il mercato nazionale dovrebbe registrare nei prossimi mesi qualche progresso, e la produzione delle industrie italiane potrebbe essere favorita da un atteso miglioramento delle esportazioni anche sul mercato europeo. Il mercato continentale – secondo i dati elaborati dall’associazione dei costruttori europei EGMF – ha registrato nel primo semestre dell’anno una contrazione complessiva pari al 6,7%, ma con segnali incoraggianti in Paesi come la Francia (in controtendenza già nel primo semestre con +1%) e in Paesi come quelli dell’Europa orientale non comunitaria, che evidenziano una crescita complessiva del 2%.
“Il quadro economico italiano penalizza il nostro settore – osserva Franco Novello, Presidente di Comagarden, l’associazione dei costruttori del comparto aderente a FederUnacoma – perché impone tanto alle amministrazioni pubbliche quanto ai privati cittadini, una riduzione degli investimenti nella meccanizzazione”. “Le nostre imprese – aggiunge Novello – sono tuttavia pronte a cogliere le opportunità che si dovessero presentare con il miglioramento del quadro economico del Paese, e soprattutto ad investire nella promozione dei propri prodotti sui mercati internazionali”. “La grande rassegna di EIMA International nella quale il settore del garden ritorna con il Salone specializzato di EIMA Green” – conclude Novello – rappresenta in questo senso un appuntamento molto importante, capace di stimolare la domanda con una gamma di macchinari – quelli specializzati per la manutenzione dei parchi, per la cura delle aree verdi private e pubbliche, per l’impiantistica sportiva, per il trattamento dei residui vegetali e per molte altre lavorazioni – che contribuiscono a migliorare la qualità del nostro ambiente e della nostra vita, e che proprio per questo hanno guadagnato nel tempo una considerazione e un’attenzione sempre maggiori”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.