Macfrut Forum: anteprima internazionale per parlare di innovazione

foto (2)Si e’ tenuto a Cesena nella rinnovata Sala dei Tre Papi il primo Forum  dell’era Macfrut 3.2. Un grande evento internazionale organizzato  da Agroter e CSO.
Una occasione unica per affrontare temi di estrema attualita’ volti ad approfondire il ruolo della distribuzione nella ortofrutticoltura del futuro, il ruolo delle tecnologie e della logistica per crescere nel mondo.
Sul palco del Forum si sono avvicendati 26 relatori di  cui appena 4 di provenienza italiana, tutti gli altri provenienti da 11 paesi del mondo.
Nel corso della mattinata si e’ affrontato il tema affascinante della riconquista del cliente tra emozione e ragione.
Il Prof. Roberto  Della Casa e Daniele Tirelli Presidente di Popai  si sono confrontati, incrociando pareri e affermazioni  e cercando di trovare come conciliare  emozione e ragione nel reparto ortofrutta del futuro per fare aumentare i consumi.
Gli esperti internazionali della vecchia Europa e d’oltreoceano hanno  evidenziato che il negozio del futuro si caratterizzerà per il passaggio dal focus sui prodotti a quello sulle categorie, ovvero da un approccio che considera le singole individualità offerte a uno che prende in considerazione la gamma della proposta, che si amplia e si segmenta su elementi più facilmente percepibili dai clienti.
Si passa così dalle fragole ai frutti rossi, per fare un esempio, dalle insalate in busta ai più ampi freschi pronti, dalle noci sgusciate agli snack a base frutta.
Il tutto si articolerà in una ambientazione più chiara, emozionale ma allo stesso tempo razionale, come hanno ricordato i relatori anglosassoni, dove il processo è già in atto, per dare tutte le informazioni che possano far crescere la cultura sui prodotti e quindi i consumi. Le confezioni saranno più mirate, ridotte dove possibile, ma sviluppate ove necessario  per  garantire qualità e serbevolezza.
Il reparto ortofrutta sarà sempre più strategico  nei negozi a libero servizio e ne rappresenterà ancora il biglietto da visita ma ci sarà maggiore attenzione a cercare percorsi razionali che esaltino gli utilizzi e le possibili occasioni di consumo di frutta e verdura. Addirittura, si arriverà a formati distributivi incentrati sull’ortofrutta e sui freschi, come il precursore francese Gran Frais, che sulla superficie di un supermercato medio dedica quasi il 50% dello spazio a frutta e verdura. Insomma, ci attendono tante novità che riportano dal futuribile al possibile lo spazio dell’ortofrutta che Coop ha declinato nel suo negozio del futuro a EXPO e che è stato illustrato nel corso del Forum.
In continuità con quanto discusso nel corso della mattinata, la sessione dedicata alle promozioni sui punti vendita mette a confronto le opinioni e le esperienze di retailers leader in Europa. Tesco, Sainsbury’s e Coop che raccontano  di una esigenza generalizzata di far conoscere meglio i prodotti ai  consumatori   analizzando anche con quali strumenti e modalità l’Italia puo’ diventare protagonista nei reparti ortofrutta.
Ad affiancare le presentazioni della GDO europea si collocano due esempi di successo commerciale come è il caso delle banane fair trade dalla Repubblica Dominicana e il caso del Perù, un paese che si sta affacciando prepotentemente  con  le sue produzioni sui mercati di tutto il mondo.
A chiudere questa sessione un intervento dedicato all’estetica dei punti vendita con la presentazione di idee innovative per raccontare i prodotti da parte di  due architetti e designer del Politecnico di Milano Mario Trimarchi e Frida Doveil.
La terza sessione del Forum ha concentrato l’attenzione sulla grande importanza della filiera ortofrutta per il successo del settore.
L’Italia vanta una posizione di primo piano.
Per  l’indotto industriale dell’ortofrutta si parla di tecnologie in grado di cambiare radicalmente le sorti  di un comparto frutticolo adeguando offerta con  fasce diverse di consumatori come ha evidenziato Angelo Benedetti presidente di Unitec.
Il giornalista Greg Johnson coordinatore della sessione dedicata alla filiera  e redattore di  “The Packer”  dagli  USA   evidenzia una crescita costante del settore packaging con un forte incremento dell’imballaggio che lascia vedere il prodotto.
Grande rilevanza e’ evidenziata dal Prof. Amar Ramudin sull’importanza della organizzazione logistica, non solo a parole ma con fatti concreti.
Lo stesso concetto rimarcato anche dal Prof.  Riccardo Manzini dell’Università di Bologna che ha presentato un innovativo software per calcolare il risparmio ambientale ed economico.
A sottolineare l’importanza ed il ruolo della filiera per il successo produttivo sono intervenuti Filipp Lowette di BFV  (Benelux)  e Francisco Borras  dalla Spagna.
Due esempi virtuosi di aggregazione e organizzazione logistica in grado di determinare il successo globale di un prodotto o di una azienda.
Il primo Forum del nuovo Macfrut ha offerto tanti importanti spunti di crescita centrando senz’ altro due obiettivi prioritari: innovazione e internazionalizzazione.
 
 

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.