Made in Italy: Coldiretti, Nyt si corregge su extravergine

oliopp“Il New York Times aggiusta il tiro senza rinnegare pero’ la denuncia sugli inganni del falso extravergine Made in Italy e in Italia si corre ai ripari e, in attesa delle decisioni della politica, i produttori organizzano i primi cooking show per far conoscere a italiani e stranieri l’autentica produzione italiana al 100 per 100”. E’ quanto afferma la Coldiretti nel sottolineare che sono stati corretti alcuni fumetti della striscia pubblicata sul sito del New York Times sulle frodi che stanno provocando il “suicidio” del prodotto simbolo della dieta mediterranea e che inizia la riscossa del vero extravergine italiano. Nella “nuova” storia si precisa che in Italia l’olio frutto di miscele provenienti dall’estero viene etichettato come “confezionato in Italia” o “importato dall’Italia” mentre nella precedente versione si parlava di “Made in Italy” tout court. Anche il fumetto in cui si affermava che “il 69% dell’olio di oliva importato negli Stati Uniti e’ manipolato” e’ stata cambiata e si scrive invece che – riferisce la Coldiretti – “il 69% dell’olio di oliva importato ed etichettato come extra-vergine non ha rispettato i parametri previsti dai test”. Si tratta di precisazioni che non cambiano la gravita’ delle accuse alle quali occorre rispondere – sostiene la Coldiretti – con fatti concreti per garantire l’autenticita’ e la trasparenza della produzione italiana di olio di oliva dando piena operativita’ alla cosiddetta legge salva olio approvata nel febbraio 2013. Ora – continua Coldiretti – c’e’ la possibilita’ in Parlamento nella discussione in corso sulla legge comunitaria di approvare uno specifico emendamento diretto a rispondere alle osservazioni dell’Unione Europea e a rendere operativa la norma. In attesa delle decisioni della politica i produttori si organizzano e partono i cooking show organizzati nell’ambito dei progetti per la promozione e la valorizzazione dell’olio extravergine di oliva italiano promossi da Coldiretti, FederDOP e AIFO che inizieranno a Roma nel Mercato del Circo Massimo, via San Teodoro, 74 sabato 1 febbraio dalle 9 alle 14 e proseguiranno nello stesso luogo la domenica successiva 2 febbraio.
L’appuntamento si ripetera’ a Milano al Mercato di Campagna Amica in via Ripamonti, 35 il 7 febbraio dalle 15 alle 19 e l’8 febbraio dalle 9 alle 14 per concludersi al mercato di Campagna Amica di Pescara in via R. Paolucci 1 il 21 febbraio dalle 15,00 alle 19,00 e il 22 febbraio dalle 9 alle 14. La realizzazione dei cooking show, negli spazi appositamente allestiti negli agrimercato, e’ affidata al Pepe Verde, la Scuola di alta cucina che dal 1988 rappresenta un punto di riferimento nel panorama nazionale per chiunque si accosti al mondo della cucina per apprendere o approfondire la propria cultura in materia. I consumatori presenti al mercato che vorranno partecipare all’iniziativa potranno assistere alla preparazione di piatti caldi e freddi con l’impiego dell’olio extravergine di oliva italiano. Saranno realizzate sei ricette della tradizione mediterranea al fine di dimostrare i possibili usi in cucina del’olio e consigliare i migliori abbinamenti. Al termine della preparazione i piatti potranno essere degustati.
Il road show itinerante dei cooking show ha l’obiettivo di promuovere l’olio extravergine di oliva italiano di qualita’ e a Denominazione di Origine Protetta. Questi sono realizzati con il contributo del ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali in attuazione del Piano olivicolo-oleario che promuove la filiera olivicola italiana.
(AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.