Made in Italy: Confagri, senza falsi l’export triplicherebbe

NAC prosciutti
L’export agroalimentare italiano di qualità potrebbe triplicare se non quadruplicare senza la concorrenza sleale dell’agropirateria e dell’italian sounding. Lo sottolinea Confagricoltura, commentando il Rapporto 2013 Ismea-Qualivita sulle produzioni Dop e Igp. L’organizzazione, che ricorda come il nostro Paese sia leader mondiale per numero di produzioni certificate (261), ribadisce l’importanza della trasparenza informativa: “il made in Italy si tutela anche dando informazioni certe e chiare in etichetta sull’origine degli alimenti, con la trasparenza sempre richiesta da produttori e consumatori. Le norme europee ci sono, basta avere la volontà di attuarle”. In tal senso Confagricoltura definisce importanti le modalità applicative di Bruxelles del regolamento Ue 1169/11 attese inizialmente entro il mese corrente, ma rimandate: “mettere sulle confezioni di cibi la bandierina tricolore quando questi prodotti non hanno nulla di italiano &ndash conclude – è un comportamento scorretto che penalizza tutto il vero made in Italy perché trae in inganno i consumatori e li allontana dalla qualità e dalla tipicità”.(ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.