Made in Italy: l’invito di Monti “chi compra italiano sostiene il paese”

Niente champagne o caviale a Natale. Mario Monti ha invitato a comprare prodotti italiani. “Pensiamo in queste settimane che precedono le festività natalizie – ha detto al Senato – che quando si acquista un bene o un manufatto prodotto in Italia, non solo si sceglie la qualità delle conoscenze e delle esperienze che in esso sono racchiuse, ma si contribuisce a tenere in vita aziende e a sostenere posti di lavoro sul nostro territorio”. Il messaggio del premier arriva, secondo la Coldiretti, a dei cittadini molto sensibili sul tema delle produzioni nazionali, soprattutto se si tratta di specialità alimentari. Il 73% degli italiani, infatti, dichiara l’intenzione di acquistare per Natale prodotti made in Italy secondo l’indagine ‘Xmas Survey 2011’ di Deloitte. E il “patriottismo” italiano nelle scelte di consumo è molto più elevato di quello medio dei cittadini europei, che solo nel 60% dei casi per Natale scelgono prodotti del loro paese. Secondo la Coldiretti la preferenza degli italiani per il made in Italy è giustificata dalla qualità e dalla sicurezza dei prodotti nazionali, visto che in Italia si trova, per esempio, un terzo delle imprese biologiche europee e un quarto della superficie bio dell’Unione (oltre un milione di ettari). Inoltre ci sono 233 prodotti a denominazione o indicazione di origine protetta riconosciuti dall’Ue, 4.606 specialità tradizionali censite dalle Regioni e 517 vini Doc e Docg e Igt. La Cia-Confederazione italiana agricoltori consiglia però di non limitarsi a queste classificazioni ‘ufficiali’, ma guardare alla frutta, in particolare gli agrumi, alla carni, agli insaccati, agli spumanti, ai vini, ai formaggi e ai dolci italiani, in pratica a tutti i prodotti tipici e di qualità. “Si tratta di un riconoscimento per la qualità della produzione nazionale – osserva la Coldiretti – ma anche della volontà di sostenere la ripresa economica in un momento di crisi particolarmente sentito”. Anche il presidente di Confesercenti, Marco Venturi, rinnova l’appello di Monti e invita “tutto il paese a mettersi in moto per rilanciare l’economia a partire da acquisti consapevoli”. E non pensa solo all’alimentare, Venturi, ma anche, per esempio, alla scelta di mete turistiche in Italia, “questo sarebbe un segnale molto importante”, ha detto. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.