Made in Italy: valore aggiunto agricolo, l’Italia supera la Francia

L’Italia sorpassa la Francia per valore aggiunto agricolo prodotto nel 2011 e conquista il primato europeo, nonostante una superficie coltivata pari ad appena la metà di quella dei cugini d’oltralpe. Lo afferma la Coldiretti sulla base di un’analisi del trend del valore prodotto nel primo semestre dell’anno, in aumento dell’11%. Il valore aggiunto per ettaro è “il triplo di quello inglese, doppio dei francesi; il numero di occupati per ettaro è quasi il triplo di Francia e Spagna”. La stima viene presentata in occasione del summit sulla riforma della Pac (politica agricola europea), promosso dalla Coldiretti con il Commissario Ue per l’agricoltura Dacian Ciolos, il ministro delle politiche agricole Mario Catania, il presidente della Commissione agricoltura del Parlamento Ue Paolo De Castro. Lo storico sorpasso sulla Francia avviene “grazie all’impegno per la qualità e la tipicità dei prodotti, gli agricoltori italiani sono riusciti, nonostante la crisi, a far rendere i terreni molto più dei partner europei” sottolinea l’organizzazione agricola il cui presidente Sergio Marini invita a “tener conto di questo risultato: è fondamentale – dice – che all’Italia, con la futura riforma della Pac, siano assicurate le risorse necessarie per evitare un’eccessiva penalizzazione come, invece, risulterebbe dalle attuali proposte e ciò anche in considerazione del fatto che il nostro Paese già versa all’Unione più di quanto riceve. I primati nel valore aggiunto e nell’occupazione per ettaro conquistati legittimano dunque l’Italia a svolgere un ruolo di leadership nel difficile negoziato europeo che dovrà decidere sul futuro modello di agricoltura in Europa”. L’eterno duello tra Italia e Francia sulle tavole imbandite ha visto quest’anno il Belpaese prevalere sui cugini “con un aumento del 24% nelle bottiglie spedite all’estero di spumante italiano che – afferma la Coldiretti – ha superato lo champagne e conquistato le tavole mondiali dove la maggioranza dei brindisi delle feste di fine anno saranno quest’anno Made in Italy. Storica nel 2011 anche la vittoria dell’Italia sulla Francia nel ‘derby del formaggio’ con le esportazioni di formaggi Made in Italy aumentate del 12% in quantità nel paese più nazionalista del mondo togliendo spazio sugli scaffali francesi a ipersimboli come Camembert, Brie, Roquefort”. “Sconfitta resa ancora più amara – rincara l’organizzazione agricola – dal crollo delle esportazioni di formaggi francesi in Italia con una riduzione media del 3%, sulla base dei dati Istat relativi ai primi sette mesi del 2011”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.