Mafia: Caselli, falsificazioni alimentari e caporalato sono piaga per il Paese

NAC prosciuttiL’agroalimentare “rappresenta per tutti, e per le mafie in particolare, una significativa opportunità di guadagno da sfruttare fino in fondo perché è un’eccellenza e perché anche in periodo di crisi economica mangiare si deve”.

Lo ha detto l’ex procuratore di Torino Giancarlo Caselli, presidente del Comitato Scientifico dell’Osservatorio sulla criminalità nell’agricoltura e sul sistema agroalimentare, oggi a Genova.

L’infiltrazione delle cosche, secondo Caselli, riguarda da un lato le falsificazioni alimentari ma anche il preoccupante fenomeno del caporalato. “Una piaga del nostro Paese – ha detto Caselli – e una migliore distribuzione della catena potrebbe senza dubbio alleviarla se non cancellarla. Se le arance calabresi vengono pagate molto poco agli agricoltori ma il succo viene venduto a cifre molto alte – conclude Caselli – ecco che si aprono anche margini più ampi per il caporalato, un fenomeno di sfruttamento dell’uomo sull’uomo indegno in un Paese democratico”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.