Maialini ricicloni e orti fai da te. A Imola la rassegna anti-spreco


Mentre diventa sempre più pressante il problema dello smaltimento dei rifiuti, c’è chi si è inventato i maialini “ricicloni” che si nutrono di scarti alimentari. Sono stati presentati a Imola, durante la rassegna “Io non spreco: e Tu?” che si è svolta nell’ambito della Giornata Mondiale dell’Alimentazione. I soci di Coldiretti Bologna, Fabiola e Andrea, titolari della “Fattoria Romagnola” hanno illustrato agli alunni della scuole elementari come nutrire questi animali a partire dagli scarti degli alimenti che si consumano ogni giorno nella famiglie. I bambini hanno così potuto triturare il pane secco, macinare il grano in un mini-mulino, sbucciare mele e patate, e poi utilizzare gli scarti per nutrire i maialini, invece di buttarli nella classica pattumiera.

Ogni maiale – sottolinea Coldiretti – può consumare in media circa 2 chilogrammi di scarti al giorno. In Emilia Romagna, dove vengono allevati 1.300.000 maiali, secondo stime Coldiretti potrebbero essere eliminati due milioni e 600 chilogrammi di scarti alimentari.

Contemporaneamente, nello stand Coldiretti, sono stati distribuiti agli alunni delle scuole 300 kit per realizzare un piccolo orto in casa. Si tratta di un vasetto biodegradabile , contenente un panetto di torba, e semi di insalata e radicchio per una coltivazione “fai da te”. Agli alunni sono state date tutte le indicazioni per dare avvio ad un piccolo orto di casa, riutilizzando vasetti di vetro e di alluminio che diversamente finirebbero nel bidone dei rifiuti.

“La coltivazione fai da te – ha detto il presidente di Coldiretti Bologna, l’imolese Antonio Ferro – vede appassionati in rapida crescita, con il 37% del cittadini, secondo l’Istat, che dedicano il loro tempo libero alla cura dell’orto. E’ una attività che non richiede necessariamente ampi spazi all’aperto ma bastano semplici terrazzi o un angolo di casa”.

Le piantine più richieste – spiega Coldiretti Bologna – sono quelle di insalata perché sono semplici da coltivare e garantiscono il raccolto dopo appena 40 giorni. La coltivazioni questi prodotti – sostiene ancora Coldiretti Bologna – ha anche una importante funzione educativa soprattutto per i più giovani ai quali insegna a riconoscere il ciclo stagionale delle produzioni e il gusto dei sapori freschi dei prodotti di stagione, in modo da imparare a fare in futuro scelte consapevoli al momento degli acquisti. Un obiettivo sostenuto in tutta Italia da Coldiretti con il progetto Campagna Amica nelle scuole e nei mercati contadini presenti nelle piccole e grandi città.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.