Maltempo: a Parma mai realizzata cassa espansione Baganza, i lavori non sono partiti

allagamenti6
Il 2 aprile 2011 nella Provincia di Parma gli enti locali con l’assessore alla protezione civile della Regione e i tecnici Aipo firmarono un accordo per realizzare la cassa di espansione del torrente Baganza, che lunedì è esondato allagando Parma. A disposizione, era scritto nel protocollo, 16 milioni di euro che dovevano arrivare dal Ministero dell’Ambiente, Regione, Aipo e in parte anche dai comuni interessati, con lavori che dovevano partire nel 2012. Di quell’opera però non è stato realizzato nulla. La notizia, riportata da alcuni quotidiani, riaccenderà le polemiche sul tema degli interventi contro il dissesto idrogeologico. I tagli decisi dal governo Berlusconi prima e da quello presieduto da Monti poi hanno bloccato l’opera che avrebbe probabilmente preservato la città dal disastro. Sull’attuale governo invece ha parlato l’ex assessore provinciale alla protezione civile Andrea Fellini. “Nei mesi scorsi avevo inviato più volte delle lettere al ministero dell’ambiente per fare presente la situazione di grande criticità del territorio parmense – ha spiegato Fellini – Tra frane e dissesto idrogeologico sono centinaia le criticità nella nostra provincia a cui il ministro deve almeno dare una risposta”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.