Maltempo: Cia Bologna, c’è chi pensa ad estirpare le pesche

pesche 3
Molte aziende agricole stanno pensando di estirpare i pescheti con i frutti maturi pendenti, perché raccogliendoli si oltrepasserebbe la soglia di redditività e anche per gli ortaggi l’annata è disastrosa”. A dirlo Marco Bergami, presidente della Confederazione italiana agricoltori (Cia) di Bologna. Si tratta di tonnellate di pesche, ma anche susine, cocomeri, meloni ma anche ortaggi danneggiati dalle piogge persistenti. “La situazione si è aggravata dopo l’embargo della Russia che di fatto ha bloccato l’esportazione di frutta e verdura di pregio, pronte per la spedizione. Inoltre ad inasprire l’annata ci sono stati il maltempo ed il calo delle temperature che hanno fatto scendere i consumi della frutta estiva, già molto bassi per la crisi complessiva dei consumi”. Nonostante lo stanziamento, da parte dell’Unione europea, di circa 125 milioni di euro da destinare ai produttori ortofrutticoli colpiti dall’embargo della Russia,”gli agricoltori sono veramente in ginocchio”. Le aziende agricole richiedono sgravi fiscali e la rateizzazione delle tasse. “La risposta del Commissario europeo all’Agricoltura, Dacian Ciolos, di supportare le imprese in questa annata difficile arriva con un mese e mezzo di ritardo rispetto alle nostre richieste – segnala ancora Bergami – Inoltre il mondo cooperativo deve agire in armonia con la grande distribuzione per fare in modo che il valore aggiunto venga distribuito equamente lungo l’intera filiera distributiva”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.