Maltempo: Cia, i cambiamenti climatici stravolgono l’agricoltura

maltempo
I cambiamenti climatici stravolgono il calendario dell’agricoltura, con effetti diretti sulle colture. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori, sottolineando che se quest’estate il caldo prolungato fino a ottobre ha imposto di anticipare le raccolte, dall’uva al grano fino alle olive, quest’inverno che tarda a finire fa slittare in avanti le nuove semine e gela le primizie. Le conseguenze di questa tardiva ondata di maltempo, con gelo e neve al Nord e piogge violente al Centro-Sud, ancora una volta si abbattono sul settore primario. Finora i danni maggiori, spiega la Cia, si riscontrano sui terreni argillosi che trattengono l’acqua in superficie; qui le piogge violente degli ultimi giorni hanno provocato allagamenti estesi che impediscono tutti quei lavori in campo che preparano le semine: dall’aratura alla fresatura del suolo. Con uno slittamento in avanti delle operazioni di semina degli ortaggi estivi. Il gelo invece sta mettendo a rischio le primizie primaverili come fragole, carciofi, asparagi e fave, tutte colture che, conclude la Cia, si trovano nella fase finale della crescita, la più delicata; e ora temperature così rigide alla fine di marzo possono danneggiarle irrimediabilmente pregiudicandone la raccolta.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.