Maltempo: Cia Taranto chiede stato calamita’ in agricoltura

allagamenti1La Confederazione italiana degli agricoltori (Cia) di Taranto chiede il riconoscimento dei danni da calamita’ naturale per l’ondata di maltempo che ha colpito la provincia di Taranto tra ieri e oggi. In una nota la Cia tarantina sottolinea che “le abbondanti piogge di questi giorni stanno mettendo in grave difficolta’ la provincia di Taranto e al momento e’ difficile fare una stima dettagliata dei danni.
In particolare – si precisa nella nota – a Ginosa, Castellaneta, Laterza e nei comuni della zona orientale da San Giorgio ad Avetrana, molti ettari di ortaggi e vigneti da tavola e da vino, frutteti e agrumeti, sono stati completamente distrutti, danneggiati anche capannoni e abitazioni.
“Ricordiamo – prosegue la nota della Cia tarantina – che alcuni territori di questi comuni erano stati gia’ devastati dall’alluvione del 2003 e del 2011 e che molti imprenditori agricoli avevano gia’ subito gravi danni allora e ancora oggi, a distanza di anni, aspettano il ristoro dei danni subiti”. Inoltre si rileva ancora, “la pioggia rende difficile anche la percorribilita’ delle strade rurali e gli accessi nelle aziende a causa della presenza di fango e detriti trasportati dalla violenza dell’acqua”.
La Cia di Taranto ricorda che “negli ultimi dieci anni oltre dieci calamita’ hanno interessato le imprese agricole della provincia, che in compenso, al momento in molti casi, non hanno ricevuto alcun ristoro del danno subito nonostante le innumerevoli promesse pervenute da ogni parte politica”. Di qui la richiesta all’assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia Fabrizio Nardoni e alla Provincia di Taranto di “una verifica tempestiva dei danni all’agricoltura e l’avvio delle procedure per venire incontro alle esigenze dei produttori colpiti dal maltempo”. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.