Maltempo: Confagri, danni ingenti ma i rincari non sono giustificati


Mentre l’allerta è in parte rientrata nelle zone investite dal maltempo nei giorni scorsi, si guarda con preoccupazione ad una nuova perturbazione che sta investendo il Centro-Nord. Intanto si cominciano a contare i danni nelle campagne che sono davvero ingenti, con un bilancio che continua ad aggravarsi di ora in ora. Lo sottolinea Confagricoltura che pone in evidenza come alluvioni, nubifragi ed esondazioni abbiano messo in ginocchio l’agricoltura. Nelle Marche ed in Abruzzo la Confagricoltura, assieme alle altre Organizzazioni agricole, ha già chiesto lo stato di calamità naturale.

Nel Fermano (Ascoli Piceno), che è un territorio particolarmente vocato al florovivaismo, la situazione è drammatica. Si contano tante serre distrutte e sott’acqua e raccolti irrimediabilmente perduti. Problemi anche nel teramano, con la fascia pedemontana interessata da frane e allagamenti con gravissimi danni ai terreni, alle coltivazioni, alle strutture, alla viabilità e addirittura alle abitazioni rurali.

La situazione è stata molto critica anche al Sud, in particolare in Calabria, in Puglia e nelle Isole soprattutto per il vento molto forte e le piogge torrenziali.

“Nonostante l’ondata prolungata di maltempo ed i possibili danni alle imprese agricole in molte zone d’Italia, non sono giustificabili eventuali aumenti dei prezzi al consumo dei prodotti agricoli”. Lo sottolinea Confagricoltura, che mette in guardia da possibili speculazioni nella vendita al dettaglio.
“Che in inverno faccia freddo, piova e nevichi è normale e le imprese agricole sono attrezzate per affrontare la situazione – rileva Confagricoltura -. Ma le cose cambiano quando gli eventi meteo diventano ingestibili (assumendo caratteristiche di straordinaria intensità e virulenza come sta avvenendo in questi giorni); con una situazione aggravata ancor più per la mancata difesa dei suoli e delle acque, non tutelati e messi in sicurezza. Comunque non c’è un immediato rapporto causa-effetto sui prezzi al consumo. Si tenga presente che le imprese agricole spesso hanno contratti di fornitura con prezzi all’origine predefiniti”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.