Maltempo: il Consorzio Emilia Centrale sollecita l’ordinanza per la riapertura di Mondine

Il Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale sollecita al commissario straordinario del terremoto in Emilia, Vasco Errani, l’ordinanza di riapertura dell’impianto idrovoro di Mondine (Modena), danneggiato dal terremoto, per fare fronte al maltempo. Migliaia di metri cubi d’acqua stanno, infatti, scendendo a valle con le piene di Enza, e Secchia, verso la Bassa gravemente colpita dal sisma e dove uno degli impianti idrovori più grandi d’Europa, quello di Mondine, risulta colpito dal terremoto. Nella notte tra sabato e domenica si è mobilitato anche il Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale per fare fronte all’ondata di maltempo, con il personale inviato sul fiume Enza, al presidio della Traversa di Cerezzola. Il Consorzio pattuglierà gli argini del torrente Enza verso valle sino al deflusso della piena. In Appenninico e nell’alta pianura, la pioggia è caduta copiosa: alle 16 di domenica erano caduti circa 180 millimetri di pioggia al Cerreto, 55 a Castelnovo Monti e 40 nel Comune di Viano, sempre sull’Appennino reggiano. Sul Secchia, comunica il Consorzio di Bonifica, l’impianto idrovoro di San Siro sarà avviato tra le ultime ore di oggi e le prime di lunedì, con la piena attesa a Moglia per le prime ore di lunedì. Piene, alle 16 di oggi, registrate sul Secchia a Ponte Alto di Modena (una quota prossima ai 9 metri), mentre sull’Enza al ponte di Sorbolo (che è stato chiuso al transito fra le province di Reggio e Parma) era di 11 metri e 40 centimetri. “Ci preoccupa il tema delle esondazioni controllate – afferma in una nota Domenico Turazza, direttore del Consorzio di Bonifica – previste dal Piano di gestione delle piene, aggiornato a seguito del sisma che ha danneggiato i nostri impianti. Però il ripetersi di perturbazione temiamo possa portare a criticità assai gravi. Il Piano di esondazione attende ancora la sua attuazione mediante un Piano di Protezione Civile, da parte del Dipartimento nazionale di Protezione Civile che non è stato ancora approvato. Quindi siamo in attesa dell’ordinanza del commissario Vasco Errani per il ripristino parziale e provvisorio del vecchio impianto di Mondine”. “Siamo al lavoro e stiamo per fronteggiare il grosso della piena in Secchia che, a valle, sta per arrivare in queste ore – aggiunge Marino Zani presidente del Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale – per quanto parte degli impianti siano danneggiati dal sisma, siamo al lavoro col nostro personale sin dalla notte di sabato”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.