Maltempo in arrivo dopo un dicembre più caldo della media di 1,5 gradi

pienaArriva il maltempo dopo un dicembre che ha fatto segnare una temperatura massima superiore di 1,51 gradi alla media, classificandosi al quinto posto tra le più elevate da oltre duecento anni. E’ quanto afferma Coldiretti in riferimento all’allerta meteo della protezione civile sulla base dei dati relativi elaborati da Isac-Cnr. Il 2013, sottolinea la Coldiretti, è stato un anno particolarmente caldo con una temperatura media di 0,72 gradi superiore alla media di riferimento (1971-2000) ma anche con il verificarsi di ripetuti eventi estremi che hanno provocato danni e perdite per oltre 1 miliardo di euro all’agricoltura italiana. L’arrivo della nuova perturbazione preoccupa per gli effetti sulla stabilità idrogeologica con il rischio di allagamenti e frane soprattutto nelle campagne in una situazione in cui l’82% dei comuni è a rischio. La Coldiretti fa notare come il Paesi si trovi di fronte agli effetti della tropicalizzazione del clima, con una frequenza di bombe d’acqua improvvise che in Italia si abbattono su un ambiente fragile. A questa situazione non è estraneo il fatto che un modello di sviluppo sbagliato abbia tagliato del 15% le campagne e fatto perdere negli ultimi venti anni 2,15 milioni di ettari di terra coltivata. Ogni giorno, conclude la Coldiretti, viene sottratta terra agricola per un totale di 288 ettari abbandonati o occupati dal cemento che non riesce ad assorbire la violenta caduta dell’acqua.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.