Mangimi medicati: dove sono le regole comuni?

La Commissione Europea ha avviato una consultazione pubblica per raccogliere le opinioni degli esperti in materia di mangimi medicati (veterinari, allevatori, produttori di mangimi) preliminare alla revisione della normativa che disciplina la produzione ed il commercio di alimenti contenenti farmaci all’interno dell’Unione europea. “L’attuale mancanza di armonizzazione normativa tra i Paesi dell’Unione europea– fa sapere Confagricoltura Emilia Romagna – crea discriminazioni inconciliabili con le regole di libero mercato per gli allevatori europei”.A fronte di un numero di unità di bestiame superiore ai 132 milioni di unità in Europa, la produzione di mangimi medicati vanta oggi un giro di affari che si aggira attorno ai 42 bilioni di euro. I principali limiti della normativa vigente riguardano le differenze, anche rilevanti, esistenti tra i 27 Stati membri dell’Unione europea; alcuni Paesi consentono la produzione di mangimi medicati in allevamento; altri la vendita di premiscele ad esclusivo appannaggio dei distributori autorizzati, altri ancora stabiliscono che la produzione di mangimi contenenti farmaci può avvenire senza prescrizione medica. Il tutto generando non solo disparità tra i produttori ma anche e soprattutto confusione tra i consumatori. Confagricoltura Emilia-Romagna plaude alla volontà di armonizzazione da parte dell’Unione europea volte a sanare una disparità che le condizioni attuali comportano e che generano una differenza del costo dei mangimi medicati per gli allevatori che può arrivare fino al 20% tra un Paese dell’Unione europea e l’altro non più sopportabili dagli allevatori. “Si tratta di un’opportunità importante per potenziare la competitività del comparto allevatoriale attraverso un’azione da sempre sostenuta da Confagricoltura di semplificazione ed integrazione delle legislazioni esistenti” conclude il Presidente regionale Guglielmo Garagnani.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.