Manovra: Cia, è iniqua e penalizza i pensionati


“Una manovra penalizzante soprattutto per gli anziani: colpisce pesantemente le pensioni medio-basse, taglia i fondi alla socio-assistenza e impone nuovi ticket. E’ una manovra inefficace per rilanciare l’economia e per risanare il bilancio dello Stato. E’ iniqua, confusa, allontana lo sviluppo e finirà ancora col tassare la povertà senza far uscire il paese dalla crisi”. Lo afferma l’Associazione nazionale pensionati della Cia, Confederazione italiana agricoltori, annunciando una serie di iniziative sul territorio a sostegno dei pensionati. “Le misure contenute nella manovra economica – sottolinea l’Anp-Cia – rendono ancora più difficile lo scenario: l’Iva maggiorata al 21% deprime i consumi e fa crescere i costi; i pesanti tagli dei trasferimenti a regioni ed enti locali determinano, da una parte, l’ulteriore contrazione dei fondi per la socio-assistenza, la non autosufficienza e i servizi locali, dall’altra, l’aumento di tariffe, rette e addizionali Irpef; le conseguenze maggiori si sentiranno soprattutto nelle zone rurali, con una drastica riduzione dei servizi di carattere sociale”. “L’Anp – si legge nell’ordine del giorno approvato dai pensionati Cia – è nettamente contraria a misure unilaterali tese a demolire il principio secondo il quale la pensione è il corrispettivo di quanto versato nella vita attiva, secondo un preciso contratto che ne stabilisce la misura, da mantenere integra per l’intera vita dell’anziano”. Allo stesso modo l’Associazione ribadisce il suo “fermo no alla continua limitazione del diritto alla salute e all’assistenza, sancito dalla Costituzione, attraverso misure che riducono i servizi ponendoli a carico dei più bisognosi”. I pensionati della Cia stigmatizzano, inoltre, “l’assurdo ricorso al voto di fiducia che impedisce ogni confronto democratico esautorando, di fatto, il Parlamento da ogni eventuale incisiva correzione”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.