Manovra: Fedagri, bene Catania su aggiustamenti Imu in agricoltura


Si tratta di una proposta che ci trova assolutamente d’accordo in quanto è in linea con la nostra visione dell’agricoltura che è fatta di aziende che producono per il mercato”. E’ piaciuta al presidente di Fedagri-Confcooperative, Maurizio Gardini l’idea lanciata dal ministro Catania, intervenuto al Consiglio nazionale della Centrale cooperativa, sull’ipotesi di una diversa tassazione dell’Imu sui fabbricati e sui terreni agricoli, che differenzi tra chi è meramente produttore e chi utilizza il terreno come fattore produttivo. Un incontro in cui Fedagri si è trovata in perfetta sintonia con il ministro anche sugli altri temi affrontati, a partire dal voler risolvere gli squilibri che caratterizzano la filiera agroalimentare italiana, lavorando per mettere a punto una regolamentazione in ambito nazionale. “L’ipotesi prospettata dal ministro – ha spiegato il presidente – è di giungere ad un accordo, in particolare sui tempi e di pagamento e sul divieto delle promozioni sottocosto per quei prodotti, specie ortofrutticoli, che hanno un breve calendario di commercializzazione”. In merito al negoziato sulla riforma Pac, altro tema affrontato, Fedagri registra ancoira una perfetta condivisione della posizione del ministro che ha sottolineato come una Pac basata solo sui pagamenti diretti disaccoppiati sia senza futuro, inutile per le imprese e non compresa dai cittadini europei.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.