Mantova: braccianti costretti a bere acqua durante il Ramadan

meloni 1Obbligati a bere anche durante il periodo di digiuno del Ramadan, che quest’anno comincera’ il 20 agosto e si protrarra’ per un mese. Sono i braccianti agricoli di religione musulmana che lavorano nelle melonaie e nei campi di pomodoro del mantovano. Ad obbligarli, per evitare i colpi di calore, e’ una prescrizione del Comitato per la sicurezza in agricoltura di Mantova costituito dai rappresentanti delle organizzazioni imprenditoriali agricole Coldiretti e Cia e dei sindacati agricoli di Cgil, Cisl e Uil. Chi non rispettera’ questa norma, ”verra’ sospeso temporaneamente dall’attivita’ e, se recidivo, sara’ licenziato”. Contrario a questa prescrizione il rappresentante della comunita’ islamica mantovana: ”Nessun contratto di lavoro e nessuna norma giuridica prevede l’obbligo di bere durante il Ramadan. Se qualche lavoratore musulmano verra’ licenziato per questo, noi ci opporremo. Se un musulmano non si sente bene puo’ sospendere l’attivita’ lavorativa e se capisce che il malessere non e’ passeggero puo’ bere, perche’ quella e’ una sua decisione ma nessuno gliela puo’ imporre”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.