Mark Up Frutta&Verdura : 200 grammi di frutta in piu’ ogni giorno per risparmiare 1 miliardo e mezzo in sanità

cesto fruttaFrutta e verdura in tavola ogni giorno fanno bene alla salute e al bilancio della
Sanità pubblica. Lo confermano gli ultimi dati presentati a Milano nel 15° Rapporto di Mark Up Frutta & Verdura: a fronte di 200 grammi in più di consumo giornaliero, al costo di 25 centesimi di euro, la spesa sanitaria nazionale potrebbe calare di 1,5 miliardi di euro, considerando solamente la minore incidenza di malattie cardiovascolari. Eppure in Italia si mangiano sempre meno prodotti di ortofrutta, passati dai 361 grammi al giorno pro capite del 2000 ai 303 grammi del 2014 (dati Monitor Ortofrutta di Agroter). Restituire appetibilità a questi alimenti, fondamentali in una dieta equilibrata, sembra essere una delle risposte alla crisi del settore nazionale dell’ortofrutta.
La presentazione del 15° Rapporto di Mark Up Frutta & Verdura, nel corso di un dibattito organizzato da Mark Up in collaborazione con Italiafruit News, è stata l’occasione per una riflessione con alcuni tra i più autorevoli esperti del settore rispetto alle diverse opinioni sulla qualità del cibo e sulle abitudini alimentari degli italiani.
E Fruit Gourmet Expo, che da tempo dialoga con i principali opinion leader del comparto, dai più noti chef agli imprenditori dei grandi marchi, ha individuato un concept di manifestazione in linea con le idee emerse ieri nell’incontro di Milano: il gusto associato alla qualità può contribuire ad un rilancio dei consumi, nell’ottica di un percorso che porti l’ortofrutta a trasformarsi da commodity ad eccellenza alimentare.
«L’obiettivo è far diventare frutta e verdura una sorta di farmaco naturale. Il fatto che facciano bene alla salute deve essere un plus, non il centro della questione» ha detto Federico Francesco Ferrero, medico chirurgo e nutrizionista, vincitore anche dell’ultima edizione di Masterchef Italia.
In questo percorso di valorizzazione riveste un ruolo decisivo la grande distribuzione, impegnata a studiare delle soluzioni che ieri l’amministratore delegato di Conad, Francesco Pugliese ha provato ad ipotizzare: «Valorizzare il mondo dell’ortofrutta significa selezionare prodotti di qualità meno conosciuti; posizionare l’ortofrutta in spazi di maggiore visibilità come quelli vicino alle casse dei supermercati; inoltre, è necessario lavorare in maniera integrata con i produttori».
La manifestazione di Veronafiere mette a confronto diretto produzione, decision maker internazionali della distribuzione, mondo del gusto e professionisti della ristorazione per scoprire nuovi modi per dare valore ai prodotti ortofrutticoli, in tavola e nei punti vendita.
Con il patrocinio di Organizzato da In collaborazione con Come nuova opportunità di business Fruit Gourmet Expo coinvolge un target finora distante dal comparto:
professionisti del food service, dei canali HoReCa, associazioni di categoria e stampa specializzata del settore
food.
«Siamo convinti che i prodotti ortofrutticoli, ed in particolare la frutta fresca stagionale di produzione locale, debbano e possano avere maggiore spazio nella ristorazione in tutte le sue tipologie: dalla mensa scolastica, al ristorante stellato; dal bar di tendenza, alla gelateria artigianale. Non solo seguendo le buone prescrizioni salutiste, ma anche dando seguito e diffusione alle tendenze che si trasformano in nuovi format di pubblici
esercizi – ha dichiarato Lino Stoppani, presidente della FIPE-Federazione italiana pubblici esercizi –. Il sostegno al consumo di frutta “fuori casa” dipende essenzialmente da tre fattori: la corretta informazione sul prodotto ed il suo utilizzo, la ideale conservazione con le nuove tecnologie e attrezzature professionali, l’ottimizzazione dell’approvvigionamento che deve imperniarsi sulla tracciabilità e sulla migliore reperibilità».

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.