Meloni cotti dal sole, –30% il raccolto

Il caldo fa strage di meloni con un calo stimato del 30 per cento dei raccolti nelle zone vocate della pianura padana dove si sono registrati i piu’ elevati picchi di temperatura. Lo rende la Coldiretti, nel sottolineare che prima le forti piogge e poi l’afa soffocante stanno provocando una vera strage di uno dei frutti piu’ amati dell’estate per la sua azione rinfrescante ma anche per gli effetti positivi sull’abbronzatura. Le piante di melone indebolite dalle condizioni meteo estreme hanno perso parte dei fiori e dei piccoli frutti. In alcuni casi – precisa la Coldiretti – sono dovuti intervenire gli stessi agricoltori per alleggerire le ”madri” stressate dal caldo e che si rischiavano di non riuscire a nutrire tutti i frutti che erano nati. Ad essere colpiti pesantemente sono soprattutto i meloni IGP tipici coltivati in particolare nelle zone di Mantova e Cremona. ”Prima c’e’ stato un inverno lungo, con temperature basse, continue piogge, allagamenti e ristagni d’acqua. Tutto questo ha impedito alla pianta di mettere delle radici salde – racconta Massino Perini, presidente dell’Associazione produttori di meloni di Casteldidone (Cremona) – Poi, dall’inverno si e’ passati direttamente all’estate, con un clima torrido. E le piante hanno collassato. Il raccolto programmato per luglio sta slittando ad agosto, con una resa inferiore. In alcuni casi si temono crolli anche del 50 per cento”. Lo stress da caldo di queste settimane ha colpito anche i pomodori – conclude Coldiretti – con cali del 20 per cento e le mucche che, nonostante abbiano in molti casi stalle climatizzate con ventilatori e nebulizzatori, stanno producendo il 15 per cento del latte in meno. La produzione del pomodoro destinato a passate, polpe e conserve al momento del raccolto in agosto scendera’ probabilmente a 600 quintali per ettaro rispetto agli 800 di una situazione normale. (ANSA).

Tags: ,

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.