Meno carne e pesce sulle tavole


La ripresa dell’inflazione fa scendere i consumi a tavola con riduzione record in quantita’ del 6 per cento per la carne di vitello e del 5 per i prodotti ittici, ma diminuiscono molto anche gli acquisti di pane (-9) e di pasta (-4). E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti in occasione della diffusione dei dati Istat sull’inflazione ad agosto che evidenzia un forte rincaro dei prezzi per benzina e trasporti che ha trainato l’inflazione al valore piu’ elevato dal 2008. Per effetto dei rincari – sottolinea la Coldiretti – la spesa per trasporti, combustibili ed energia elettrica delle famiglie italiane ha sorpassato quella per gli alimentari e le bevande. Il risultato e’ che oltre il 19 per cento della spesa familiare e’ destinata a trasporti, combustibili ed energia elettrica, una percentuale di qualche decimo di punto superiore alla spesa per alimenti e bevande. L’effetto – continua la Coldiretti – e’ appunto un calo dei consumi a tavola che e’ stato pari in media in quantita’ all’1,5 per cento nel primo semestre 2011 con valori che vanno dal -9 per cento per il pane al -4 per cento per la pasta, dal -5 per cento per il pesce al -6 per cento per la carne di vitello, dal -3 per cento per la frutta al -2 per cento per il latte fresco.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.