Meno pasta e carne nel carrello della spesa

Nuovo rallentamento per i consumi alimentari (-2% ad aprile scorso rispetto allo stesso periodo del 2009 e -0,7% sul precedente mese di marzo) e carrello della spesa in continua evoluzione. Nel primo trimestre del 2010 si è registrato nei confronti dei primi tre mesi dell’anno passato un calo negli acquisti di pane (-4%), di pasta (-2,4%), di carne bovina (-2,3%) e vino (-2,2%); mentre sono cresciuti quelli dei prodotti trasformati (+10,2%), degli ortaggi (+5,4%), della frutta (+3,4%) e del latte fresco e dei formaggi (+1,1%). Lo segnala la Cia-Confederazione italiana agricoltori dopo la diffusione dei dati Istat sulle vendite al dettaglio nel mese di aprile. La crisi economica – sottolinea la Cia – non solo ha ridotto le vendite alimentari, ma ha anche contribuito a modificare le abitudini a tavola degli italiani. Il consumatore -come si rileva anche nell’ultima indagine dell’Ismea sulle tendenze agroalimentari- appare ancora molto cauto. Fa sempre più ricorso alle promozioni e agli acquisti effettuati presso i canali più convenienti, come gli hard-discount. Si punta, quindi, al prezzo più basso e si cerca di evitare di comprare il superfluo. E così, dopo i segnali positivi dei primi due mesi del 2010, il trend dei consumi si è invertito ed è tornato negativo. Per quanto riguarda i canali di acquisto – rileva la Cia – viene confermata una maggiore propensione all’acquisto presso i discount (+8%) e presso le piccole superfici di prossimità (superette) che segnano un incremento del 14%, pur mantenendo un peso marginale. Super e ipermercati, che concentrano insieme quasi il 70% della spesa, segnano una diminuzione del 3,2%, mentre si è arrestato il declino del dettaglio tradizionale (+0,5%), che in questa occasione non ha risentito della situazione congiunturale di crisi e soprattutto della concorrenza esercitata sul versante dei prezzi.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.