La notte del gelicidio

ghiaccio2 La possiamo ricordare come la notte del gelicidio. Da 180 anni l’Osservatorio geofisico dell’Universita’ di Modena e Reggio Emilia tiene monitorate piogge, nevicate, temperature massime e minime, ma quello che è successo la notte scorsa non sembra avere precedenti. O meglio non in condizioni così estreme.

A precisarlo è il meteorologo Luca Lombroso, che ricorda come ”negli ultimi anni il gelicidio si sia presentato varie volte, per esempio a Natale 2000, a Capodanno 95-96 e anche a Capodanno 2008-2009, ma mai con questa intensità” . La scorsa notte infatti le temperature si sono portate rapidamente sopra zero in quota, consendo la fusione della neve che cade dalle nubi, ma sono rimaste ben sotto lo zero in pianura, facendo sì che le gocce cadute congelino all’istante formando uno strato di ghiaccio trasparente, omogeneo e molto scivoloso.
La prossima notte e’ atteso un probabile bis sia pure meno estremo ma poi la situzione dovrebbe cambiare. “Natale sara’ comunque senza neve – spiega il meteorologo – con un innalzamento delle temperature anche di oltre 12 gradi rispetto agli ultimi giorni”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.