Miele: il 2011 è l’anno della ripresa, ottima la produzione di acacia


Dopo anni di difficoltà, il 2011 sembra segnare la “rinascita” del miele italiano: complice un aprile molto caldo, l’acacia, la varietà più diffusa nel Paese, ha registrato un ottimo andamento produttivo, mentre si apre con segnali di ottimismo la stagione estiva. Il quadro è fornito dall’Unione apicoltori italiani (Unaapi), secondo la quale alla base della ripresa vi sarebbe anche la sospensione dei neonicotinoidi, insetticidi neurotossici, da alcuni imputati per la moria di api registrata negli scorsi anni. La produzione di acacia è stata ottima in tutta la Penisola, con punte nelle zone prealpine e collinari appenniniche di oltre 40 kg di media per alveare e con un apprezzabile estensione delle aree produttive, in particolare nel centro e nel meridione. Scarso invece il raccolto del miele di zagara, varietà principe del Sud, che ha subito le conseguenze del maltempo prolungato. Le piogge di fine maggio e inizio giugno sembrano aver influito negativamente anche sull’avvio delle produzioni di miele di castagno, tiglio e sulla, anche se le buone condizioni climatiche della seconda metà di giugno stanno consentendo una rapida ripresa. Ottimo il raccolto del miele anche nella Toscana, una delle regioni a maggiore vocazione apistica del nostro Paese, che a settembre ospiterà la settimana del Miele di Montalcino (9-11 settembre). (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.