Miele ogm free: nel mirino l’import cinese. Ue verso una nuova legislazione

Non c’é nessuna sicurezza in Europa che un miele importato sia Ogm free, in particolare nel caso di quei Paesi come la Cina – secondo fornitore europeo dopo l’Argentina – dove il polline può essere contaminato da organismi geneticamente modificati che non sono neppure autorizzati in Europa. E’ l’amara constatazione che fa oggi la Commissione europea, pronta ad aprire il dibattito con gli Stati membri per un riesame della normativa dopo la sentenza, emessa ieri dalla Corte di giustizia dell’Ue, che mette uno stop alla vendita di miele in cui è presente polline contaminato da Ogm. La sentenza è chiara: Il miele e gli integratori alimentari contenenti polline contaminato, anche accidentalmente, da organismi geneticamente modificati, “costituiscono alimenti prodotti a partire da Ogm che non possono essere immessi in commercio senza previa autorizzazione”. Insomma, sul miele manca una legislazione europea adeguata e soprattutto regole chiare in etichetta, sulla presenza o meno di Ogm nel prodotto. “La Commissione dovrà rispettare la sentenza, studiare tutti i dettagli e discuterne con gli Stati membri”, ha indicato Frederique Vincent, portavoce del commissario alla salute, John Dalli, annunciando per il prossimo 22 settembre il primo confronto Ue con gli esperti della sicurezza della catena alimentare dei 27. Eppure, “l’Europa ha bisogno di queste importazioni per il 40% del suo fabbisogno”. “Nell’Ue non c’é un problema di salute per il miele” aggiunge Roger White, portavoce del commissario all’agricoltura Dacian Ciolos, ricordando che l’unico Ogm coltivato che produce polline è il mais Mon 810, la cui autorizzazione Ue è in attesa di rinnovo. “Nei Stati membri – dice – che non lo coltivano (come Italia e Svezia, ndr) non c’é problema di contaminazione, in quelli dove si coltiva (per la maggioranza in Spagna, ndr), ci sono dei dubbi sulla presenza o meno di Ogm”

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.