Minestre e zuppe di castagne


E’ la stagione delle castagne, bollite o arrostiste, ma anche ingrediente per una cucina ritrovata dai sapori antichi. Un tempo infatto il cosiddetto “pane dei poveri” veniva ampiamente utilizzato in cucina, per sapore, disponibilita’ e sazieta’. ecco alcune ricette , tratte da nuovi e antichi cassetti, in versione povera o arricchita con altri ingredienti, dalla zucca ai preziosi porcini.

Minestra di castagne e riso
Ingredienti:
Castagne 200 gr
Riso 250 gr
Olio extravergine d’oliva
Cipolla
Preparazione
Prendete le castagne sbucciatele e lasciatele 12 ore in acqua fredda, quindi mettetele in una pentola con 2 litri di acqua, un filo d’ olio d’ oliva e un pizzico di sale e lasciate cuocere circa 2 ore e mezza.
Ora fate un soffritto con olio d’oliva e cipolla, stando accorti a non far bruciare la cipolla ma facendo in modo che appassisca pian piano, ora passate 2 ore e mezza aggiungete il riso alle castagne in cottura e aggiungete anche il soffritto, e continuate a cuocere fino a che il riso non sara’ pronto.
Questa invece una Zuppa , che abbina ceci e castagne
Occorre la stessa quantita’ dell’uno e dell’altro ( 300 gr. di ceci e 300 di castagne sbucciate ) , 1 aglio, un po’ di Rosmarino, Olio extravergine di oliva, Sale e Pepe nero
Preparazione:
Mettete bagno i ceci in acqua fredda e sale dalla sera precedente, scolateli e metteteli a cuocere a fuoco lento in una pentola per tre ore badando che l’acqua li copra di due dita. Nel frattempo lessate le castagne con la buccia, toglietele dal fuoco e pelatele anche della pellicina interna. Quando i ceci non sono più duri, in una casseruola fate soffriggere l’aglio in due cucchiai d’olio extravergine di oliva, versate poi il soffritto nella pentola di cottura dei ceci insieme a un rametto di rosmarino. Aggiustate di sale e versate le castagne. Passate al passaverdure due cucchiai di ceci e qualche castagna per rendere più cremosa la zuppa e lasciate insaporire per 10 minuti. Servite la zuppa calda profumandola con del pepe nero e aggiungendo un filo d’olio extravergine di oliva.
Un ricco abbinamento, coi funghi porcini!
Lessare le castagne dopo averne inciso la buccia ,in un tegame con acqua abbondante , salata, e due foglie di alloro . Dopo un paio d’ore , lasciarle raffreddare e pelarle . una meta’ va poi passata al setaccio , menntre l’altra meta’ va piu’ semplicemente sbriciolata a “pezzettoni”
Sbucciare le cipolle, affettarle sottili e farle rosolare in una giusta quantità di olio extravergine di oliva, aggiungere l’alloro, l’aglio pelato e schiacciato col palmo della mano e bagnare col vino. Quindi aggiungere le castagne passate al setaccio e, dopo qualche minuto , le altre sbriciolate e il brodo caldo.
Solo a questo punto aggiungere i funghi, e portare a cottura col tegame coperto. Quando la zuppa avra’ raggiunto la densita’ desiderata , e’ sufficiente aggiustare di sale e pepe, e aggiungere se gradito un po’ di prezzemolo fresco.Si puo’ anche preparare il giorno prima, si insaporisce anche maggiormente, ed e’ poi sufficiente scaldarla.
Una ricetta analoga, suggerisce questi ingredienti
castagne 500g
brodo vegetale 1,25l
cipolla 1
patata 1
rosmarino 2 rametti
porcini 4
aglio uno spicchio
Incidere le castagne e lessarle in acqua bollente salata per 20 minuti, insieme a un rametto di rosmarino. Dopo la cottura, togliere le castagne poco a poco dall’acqua e sbucciarle.
In una pentola scaldare tre cucchiai d’olio e farci appassire la cipolla tritata e la patata sbucciata e tagliata a pezzi. Aggiungere infine le castagne, il secondo rametto di rosmarino e coprire con un litro di brodo. Far cuocere per una quarantina di minuti. Nel frattempo, pulire i porcini, tenere da parte un cappello, tagliare il resto a dadi e farli saltare in una padella, per un minuto, con un cucchiaio di olio e l’aglio intero. Salare, pepare e tenere da parte. Preparare la decorazione: sbucciare una patata e ridurla a listarelle (per farlo uso il cosetto che serve a prelevare la buccia degli agrumi). Dividere i fili di patata a mucchietti, spolverare con poca farina e friggere in olio bollente finché i fili di patata saranno leggermente dorati.
A cottura ultimata, togliere il rosmarino e passare la zuppa al mixer. Rimetterla un’attimo sul fuoco, aggiungendo semmai un po’ di brodo se la consistenza dovesse essere troppo poc liquida. Verificare il condimento, versare la zuppa nelle fondine. Aggiungere, al centro, due cucchiai di porcini saltati e, sopra, una nuvoletta di patata fritta. Finire con due fettine di porcino crudo e un filo di olio al rosmarino.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.