Mipaaf: approvato il nuovo piano assicurativo 2013

agricoltura generica2E’ stato approvato oggi dalla Conferenza Stato-Regioni il piano assicurativo agricolo 2013 che pone le basi per consentire alle imprese agricole di cogliere appieno le opportunità offerte dalla riforma della Politica agricola comune. Ne dà notizia, in una nota, il ministro delle Politiche agricole, precisando che il piano “predisposto con il contributo delle parti interessate, si caratterizza per alcuni aspetti innovativi, in grado di orientare le scelte degli agricoltori”. Lo sviluppo di un sistema moderno di gestione dei rischi a disposizione delle imprese agricole, secondo il ministero, costituisce uno degli elementi essenziali per garantirne la competitività nei mercati caratterizzati da elevata volatilità e in continua evoluzione, senza trascurare qualità e territorialità, punti di forza di molte imprese. Le novità introdotte favoriscono, inoltre, l’allargamento territoriale delle assicurazioni al Centro Sud dove solo poche imprese aderiscono alle coperture agevolate dei rischi. A questo strumento, precisa il ministero, dovranno essere affiancati i fondi di mutualizzazione previsti dalla Pac, per consentire alle imprese di governare anche quei rischi a fronte dei quali non è possibile oggi sottoscrivere polizze agevolate. Sono sette le principali novità previste dal nuovo piano assicurativo agricolo approvato oggi: abbandono del sostegno alle polizze monorischio e concentrazione delle risorse pubbliche a favore di quelle più complete di copertura; maggiori incentivi ai nuovi assicurati; differenziazione tra eventi catastrofici come la siccità, da quelli sistemici come la grandine; possibilità di indirizzare la copertura assicurativa verso i rischi che hanno concreta possibilità di verificarsi nei territori di riferimento; garanzia di una migliore distribuzione territoriale dei rischi; ampliamento delle possibilità assicurative per la zootecnia; associazione del rischio ‘colpo di sole’ con quello di ‘venti sciroccali’ e ‘gelo/brina’ con ‘sbalzi termici’ per garantirne una migliore distribuzione territoriale; possibilità per i maidicoltori di assicurare le produzioni contro le fitopatie responsabili delle aflatossine nel mais. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.