Mirtilli e fragole mantengono giovane il cervello

Mangiare mirtilli, fragole e altri frutti di bosco aiuta a mantenere giovane il cervello attivando un meccanismo naturale di difesa interno che ripulisce il cervello dalle tossine e dalle scorie il cui accumulo nel cervello è legato alla fisiologica perdita di memoria e al declino mentale tipici dell’età. E’ quanto emerge da uno studio coordinato da Shibu Poulose centro di ricerca in nutrizione umana, invecchiamento e neuroscienze di Boston e presentato al 240/imo National Meeting of the American Chemical Society (ACS), in corso a Boston. I frutti di bosco sono ricchi di polifenoli, molecole antiossidanti cui già sono stati riconosciuti numerosi effetti benefici. Nel cervello tossine e altri ‘rifiuti’ molecolari tendono ad accumularsi ma grazie ad un naturale processo di manutenzione operato dalla microglia (il tessuto che accudisce i neuroni) questi rifiuti vengono via via smaltiti. Il processo però si inceppa con l’età e l’accumulo di veleni causa guasti di funzionamento ai neuroni, da cui poi derivano i problemi di memoria degli anziani. Gli esperti hanno studiato l’effetto di estratti di frutti di bosco su cellule nervose in provetta e visto che questi frutti riattivano la microglia inducendola a far meglio il proprio lavoro di pulizia.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.