Modena recluta i pipistrelli per combattere la zanzara tigre

Contro la zanzara tigre il Comune di Modena ”recluta” quest’anno anche i pipistrelli e installa venti nidi artificiali, o ”bat box”, in undici cimiteri, negli spazi di 3 scuole non frequentati da bambini e a Palazzo Comunale. I ‘mammiferi della notte’, infatti, sono predatori naturali che riescono a divorare dai 1.500 ai 2.000 insetti ogni notte. I nidi saranno posizionati in ambienti individuati con cura in luoghi tradizionalmente frequentati dai pipistrelli; l’obiettivo e’ consentire ai chirotteri di sentirsi al sicuro senza essere disturbati dagli esseri umani, di potersi riprodurre e di allevare i piccoli in tranquillita’. L’iniziativa – spiega il Comune – si presta anche a sfatare numerose leggende metropolitane: i pipistrelli non si attaccano ai capelli, non rendono sordi o ciechi, non succhiano il sangue. E se capita di trovarne uno per strada, magari ferito, e’ consigliabile chiamare il Centro fauna selvatica ‘Il Pettirosso’ (339 8183676 o 339 3535192) affinche’ venga accolto e curato da esperti. ”Pochi sanno che nel nostro territorio vi sono circa venti specie diverse di pipistrelli e tutte in diminuzione a causa dei prodotti di sintesi usati in agricoltura – spiega l’assessore comunale all’Ambiente Simona Arletti – Con quest’iniziativa, non solo ampliamo le azioni di contrasto alla zanzara tigre promosse a livello regionale, ma proteggiamo la biodiversita’ di Modena ritrovando un piccolo alleato, bruttino a vedersi, ma inoffensivo e utile nella lotta ai fastidiosi insetti”. L’iniziativa del Comune affianchera’, infatti, le tradizionali azioni di contrasto alla zanzara tigre suggerite dalle linee guida regionali e confermate da un’ordinanza del sindaco Giorgio Pighi, in vigore dal primo aprile al 31 ottobre, per prevenire un potenziale rischio sanitario. Chi provoca la presenza di focolai di zanzara tigre perche’ non adotta le misure di prevenzione suggerite dopo l’accertamento del Centro agricoltura ambiente sara’ sanzionato con una multa da 80 a 480 euro. In aprile partira’ anche il giro di disinfestazione con larvicidi delle 50 mila caditoie che si trovano nelle strade, nei parchi, nelle piazze, nelle scuole e in altre strutture pubbliche. Riparte inoltre l’azione di sensibilizzazione con distribuzione di prodotti larvicidi ai fiorai, ai gestori e ai volontari che prestano servizio nei cimiteri. Al via anche la campagna informativa rivolta ai cittadini e agli amministratori di condominio affinche’ adottino comportamenti in linea con l’azione di prevenzione, controllando e trattando opportunamente i ristagni d’acqua nelle aree di proprieta’ ed anche segnalando situazioni di particolare gravita’ sul territorio. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.