Montagna: protocollo Regione ER-Uncem-Urber su utilizzo risorse

Bonifica Renana
Regione Emilia-Romagna, Uncem (Unione dei Comuni ed Enti Montani) e Urber (Unione Regionale dei Consorzi di Bonifica) hanno sottoscritto un protocollo d’intesa che definisce gli impegni e le modalità attraverso le quali dovranno essere utilizzati i proventi delle contribuenze pagate dai cittadini proprietari di terreni e di fabbricati ubicati in montagna. Si tratta di risorse che superano annualmente i 15 milioni di euro; secondo gli impegni sottoscritti, i consorzi di bonifica dovranno destinare la maggior parte di queste risorse, detratte le spese generali, per realizzare interventi per la salvaguardia e la manutenzione idrogeologica del territorio montano. Questo – sottolineano i firmatari del protocollo – costituisce una vera svolta: infatti finora solo una parte minima, inferiore ai 5 milioni di euro, veniva destinata ad interventi sul territorio. Il principio che si va ad affermare è che le risorse provenienti e pagate dai cittadini della montagna debbono essere utilizzate in montagna. Inoltre i programmi di interventi dovranno essere predisposti dai Consorzi di bonifica d’intesa con le Unioni montane e, attraverso loro, con i Comuni, applicando il metodo della programmazione a scala di bacino. La vera novità, resa possibile dalla legge regionale n.7 del 2012, consiste nell’aver superato i vincoli che nel passato non consentivano di utilizzare queste risorse per finanziare nuovi interventi e per la manutenzione delle opere esistenti. Per il presidente dell’Uncem Emilia-Romagna, Giovanni Battista Pasini, “ora non vi sono più alibi; già a partire dal 2014 ci attendiamo una significativa inversione di rotta. Queste risorse, frutto di contributi privati, anche se non esaustive delle esigenze di manutenzione del territorio montano, possono comunque costituire un primo importante segnale. La loro destinazione, programmata e sistematica alla manutenzione del territorio, è l’unica, efficace soluzione per prevenire i danni che, con sempre maggiore frequenza, si manifestano. Gli impegni condivisi con questo Protocollo non debbono allentare l’impegno di tutti per rivendicare risorse pubbliche per la manutenzione e la salvaguardia idrogeologica, avendo la consapevolezza che fare prevenzione in montagna significa farla a beneficio di tutto il territorio”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.