MPS: export del vino in forte crescita in Asia. Aumentano i consumi in Medio Oriente

Il settore vitivinicolo italiano guarda all’estero, ai Paesi emergenti dove la crescita dei consumi e’ esponenziale. Alla Cina, in primo luogo, che ha piu’ che raddoppiato l’import di vino italiano con un incremento in valore del 105%. E’ una delle indicazioni che emergono dal nuovo studio elaborato dall’Area Research di Banca Mps: ”Tendenze e prospettive della filiera vitivinicola”, presentato oggi al Forum Montepaschi sul vino italiano, al quale hanno preso parte, tra gli altri, il ministro per le politiche agricole, alimentari e forestali Giancarlo Galan e il presidente di Banca Mps, Giuseppe Mussari. L’Area Research ha completato il percorso iniziato quasi un anno fa indicando gli scenari di prospettiva e producendo uno strumento finanziario nuovo per la filiera italiana. Ha infatti elaborato uno specifico ‘indice di competitivita” riservato alle denominazioni italiane che mostra un’elevata correlazione con il future Liv-ex Fine Wine 100 Index, il principale benchmark dell’industria mondiale del vino. L’Italia, con circa 45 mln di hl copre il 17% della produzione mondiale e oltre il 28% dell’Ue. Un risultato, spiega l’indagine, frutto anche di una crescita qualitativa con circa il 60% dei raccolti destinati alla produzione di vini Doc, Docg e Igt. Il giro di affari riconducibile al mercato del vino e’ stimabile attorno ai 13,5 mld all’anno, a cui si aggiungono circa 2 mld dell’ indotto. Il mercato del vino coinvolge oltre 1 milione di addetti con una crescita del 50% negli ultimi 10 anni: di questi 200 mila sono stagionali e 20 mila immigrati. Il consumo di vino in Italia, tuttavia, continua a calare: dai 45 litri pro-capite all’anno nel 2007 ai 43 nel 2009 con la prospettiva di scendere sotto i 40. Anche per questo, lo studio dell’Area Research di Banca Mps indica nell’export la miglior prospettiva per il futuro. Il 2010 si e’ aperto per il settore con il ritorno di un cauto ottimismo, grazie a una crescita delle esportazioni del vino made in Italy (gennaio-luglio) del 4% in volume e del 6,9% in valore, sotto la spinta dei Paesi Terzi a fronte di un recupero piu’ contenuto dell’Ue. Secondo la ricerca, in Asia il consumo del vino sta aumentando ad una velocita’ pari a 4 volte quella media mondiale: tra il 2009 e il 2013 il consumo in Asia e’ previsto crescere del 25%. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.