Napoli: la festa per vera pizza, e interviene Marianne Fischer Boel !

La pizza napoletana entra a far parte delle eccellenze alimentari europee e Napoli oggi festeggia. Lo fa, neanche a dirlo, offrendo pizze gratis: in un’ora, nel cuore della citta’, in via dei Tribunali, ne sono state sfornate quasi 250 dalla prima pizzeria che, da oggi, espone il marchio Stg. All’ombra del Vesuvio, pero’, si lancia anche un appello al ministro dell’Agricoltura, Luca Zaia. Napoli non ci sta al fatto che il ministro ”sia andato da McDonald’s e non sia venuto qui, come promesso, per festeggiare il marchio Stg”, dice Francesco Emilio Borrelli, ex assessore all’Agricoltura della Provincia di Napoli. Ecco anche perche’ oggi, oltre a pizze Margherita e Marinara, e’ stata sfornata anche la ‘pizza padana’, o meglio McDonald’s, vale a dire a base di hamburger e patatine. ”Speriamo che davvero il ministro accolga il nostro appello – conclude Borrelli – e ci venga a trovare al piu’ presto, come in diverse occasioni promesso”. Ora partira’, dunque, la macchina organizzativa: le pizzerie che vorranno ricevere il marchio Stg, spiega Sergio Miccu’, presidente dell’Associazione Pizzaioli Napoletani, avanzeranno la richiesta che sara’ valutata da una commissione. Intanto, Miccu’, continua a puntare l’attenzione sulla necessita’ di assicurare la professionalita’ dei pizzaioli, ”tassello fondamentale, al pari del marchio Stg”. ”Il marchio e’ una grande conquista per la quale ci stiamo battendo da anni – dice Miccu’ – ma non e’ possibile che ancora oggi nelle scuole alberghiere non sia prevista una formazione specifica per diventare pizzaioli. Per fare una pizza doc servono gli ingredienti, la procedura giusta ma anche la manualita’ che sono un pizzaiolo ben formato puo’ assicurare”
”Ho sempre amato la ‘Pizza Napoletana’ che oggi entra di diritto tra le Specialita’ tradizionali garantite (Stg) dell’Ue. Grazie a questo logo ora e’ patrimonio europeo”. Lo ha detto all’Ansa la commissaria Ue all’agricoltura Mariann Fischer Boel dopo che la Commissione europea ha approvato – su sua proposta – l’iscrizione della ”Pizza Napoletana” nel registro europeo delle denominazione protette . Fischer Boel, che il prossimo 9 dicembre lascera’ il mandato di responsabile europea della politica agricola comune (Pac), si rallegra con i produttori di ”Pizza Napoletana” che, rispettando il disciplinare di produzione approvato dall’Ue, saranno i soli a poter utilizzare il logo europeo e quindi – auspica la commissaria – migliorare la loro attivita’ commerciale.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.