Napolitano: l’agricoltura è ignorata dal dibattito pubblico

Le criticita’ dell’agricoltura in Italia ”si sono certamente aggravate nel corso del 2010 in una situazione economica mondiale ancora segnata da pesanti difficolta’ e incognite. Esse richiederebbero un’attenzione almeno preoccupata, di cui l’agricoltura sta invece beneficiando assai poco in un dibattito pubblico in Italia che tende piuttosto ad ignorarla”. E’ un avvertimento contenuto in un videomessaggio che il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha inviato al convegno di Fai e Wwf, a Bologna, dal titolo ‘Sos Agricoltura’. Il dibattito pubblico, per Napolitano, dovrebbe rivolgersi ”anche al ruolo dell’agricoltura, nella salvaguardia dell’ambiente e del territorio, nell’uso sapiente delle risorse naturali, nella rivalutazione dell’impegno costituzionale, nella tutela del paesaggio e del patrimonio storico e artistico della Nazione”. L’accento va posto, ha proseguito il presidente, ”sul nesso tra l’azione necessaria per superare i fattori di crisi e contrastare i rischi di decadimento dell’attivita’ produttiva agricola” e ”un rinnovato impegno a puntare sulle potenzialita’ offerte dal nostro patrimonio storico, di civilta’ e di bellezza per la crescita degli scambi tra Italia e resto del mondo, e per lo sviluppo diffuso di un turismo di qualita’ altamente competitivo”. Il paesaggio italiano, infatti ”e’ tratto inconfondibile della nostra identita’ nazionale e fattore attrazione e di forza dell’Italia anche nel nuovo contesto internazionale”.
”Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha colpito nel segno. Oggi nei confronti dell’agricoltura non c’è attenzione. Il settore viene ignorato completamente dal dibattito pubblico. Le imprese vivono un grave momento di difficoltà e questo richiederebbe una politica ben più incisiva”. Cosi’ il presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori commenta le parole del Capo dello Stato sull’agricoltura. Nelle parole di Napolitano, Politi legge ”un tangibile segno di solidarietà per il nostro settore. Il Capo dello Stato – prosegue – ha lanciato un preciso avvertimento affinché si guardi con maggiore interesse al ruolo del mondo agricolo che, soprattutto nell’attuale difficile situazione, non può essere abbandonato a se stesso”. ”Le parole del presidente della Repubblica – conclude Politi – devono essere da sprone, soprattutto alla vigilia di sfide decisive a livello internazionale, per richiamare l’attenzione del governo, delle istituzioni nazionali e locali, dell’opinione pubblica sui gravi problemi che il mondo agricolo e gli agricoltori sono costretti ad affrontare”.
Parallelamente, Confagricoltura dichiara che ”Le parole del Presidente Napolitano sono di grande conforto per il mondo dell’imprenditoria agricola”. Il ruolo dell’agricoltura nella salvaguardia dell’ambiente e del territorio, nell’uso sapiente delle risorse naturali, nella rivalutazione dell’impegno costituzionale, nella tutela del paesaggio e del patrimonio storico e artistico della Nazione costituisce – rimarca Confagricoltura – il valore aggiunto alla sua primaria vocazione produttiva che colloca il settore tra le principali componenti economiche e sociali del Paese. Apprezzamento arriva pure dal presidente di Copagri Franco Verrascina che sottolinea ”la lucida analisi” della situazione e auspica una conseguente ”azione politica di sostegno nella grave congiuntura e di rilancio per il futuro”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.