Nardoni, accordo Regioni su secondo pilastro Pac. Ora ok da Conferenza Regioni

Asparagiaie a CantelloRaggiunto l’accodo tra le Regioni per la ripartizione delle risorse comunitarie del Feasr (Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale) e del cofinanziamento nazionale. “Il comune senso di responsabilità e la ferma intenzione di lavorare tutti insieme per il bene dell’agricoltura italiana – spiega Fabrizio Nardoni, assessore della Puglia e coordinatore di tutti gli assessori regionali italiani all’Agricoltura – ha consentito alle Regioni di raggiungere un accordo unitario sul secondo pilastro della Pac per avviare le nuove politiche di sviluppo del sistema agroalimentare italiano. Sono state definite le risorse delle quali le singole regioni potranno disporre per i prossimi sette anni, da attivare con i programmi di sviluppo rurale. Spetta ora alla Conferenza delle Regioni approvare l’accordo raggiunto”. Complessivamente i nuovi programmi di sviluppo rurale svilupperanno una spesa pubblica di 19 milioni di euro. L’accordo prevede un cofinanziamento Feasr pari al 43,12% per le Regioni competitività, 48,00% per le Regioni transizione e, 60,50% per le Regioni convergenza. Rispetto alla programmazione 2007/2013 l’attuale accordo consente di sviluppare una spesa pubblica totale superiore di un miliardo di euro. È stato poi previsto un programma nazionale con quattro linee di intervento che consentiranno complessivamente di attivare ulteriori 2,243 milioni di euro per la gestione del rischio, la biodiversità animale, la rete rurale ed un piano irriguo che per le Regioni del centro nord attinge alle risorse dello sviluppo rurale mentre per le Regioni del sud dai fondi per lo sviluppo e coesione. “Anche se ciascuna Regione, con motivazioni diverse legate ai territori, ha dovuto rinunciare a vedere raggiunti migliori risultati, credo che l’accordo rappresenti la migliore sintesi possibile – afferma l’assessore Nardoni – e contribuisca a rafforzare il ruolo del sistema delle Regioni italiane. Si avvia ora il lavoro per la definizione delle scelte che riguardano il primo pilastro per il quale sono state poste le basi della discussione e del confronto con il ministero delle Politiche agricole e le associazioni agricole”. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.