Natale: Cia, meno brindisi (-2%) ma quasi tutti tricolori

brindisi
La crisi ridurrà del 2% il numero dei brindisi che saranno comunque nazionali nel 95% dei casi. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori, sottolineando che tra Natale e Capodanno gli italiani faranno saltare in aria 76 milioni di tappi per una spesa di circa 500 milioni di euro, con una crescente attenzione al prezzo. In un’ottica di costante risparmio, si privilegerà la fascia di bottiglie compresa tra i 5 e i 10 euro. Il 69% delle bollicine verrà stappato in casa mentre il 31% in locali e veglioni, informa la Cia, e a prevalere sarà lo spumante dolce (58%), seguito dal secco e brut (37%), mentre lo champagne raccoglie appena il 5% delle preferenze. In questo periodo le vendite toccheranno il picco dell’anno con il 70% di acquisti. Bene anche all’estero, dove voleranno 150 milioni di bottiglie di spumante tricolore su una produzione complessiva di quasi 400 milioni di bottiglie l’anno; un successo trascinato dal prosecco che, solo tra gennaio e settembre, ha fatto segnare un incremento del 27% in volume, per un valore di 260 milioni di euro pari a circa 700 mila ettolitri.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.