Natale: Coldiretti cresce la spesa per la tavola e va forte il menu personalizzato

capponeL’agroalimentare, tra regali enogastronomici, pranzi e cenoni, è quest’anno la voce più pesante del budget che le famiglie italiane destinano alle feste di fine anno, con una spesa complessiva per imbandire le tavole del Natale e del Capodanno di 4,3 miliardi di euro, il 6% per cento in più dello scorso anno.
E’ quanto emerge dall’analisi Coldiretti/Ixè “Il Natale sulle tavole degli italiani”, presentata all’assemblea nazionale dell’organizzazione agricola, dalla quale si evidenzia che la spesa per il cibo risulta pari ad oltre un terzo del budget totale delle feste.

Se la spesa per cibi e bevande rappresenta il 34%, al secondo posto, si piazzano i regali con il 23%, quindi l’abbigliamento con il 17%, il divertimento con il 15% e i viaggi e vacanze con l’11%.
Anche per effetto dei recenti fatti di cronaca – sottolinea Coldiretti – gli italiani quest’anno preferiscono scambiarsi i regali e cenare a casa piuttosto che avventurarsi in lunghi viaggi o andare al cinema, a teatro, ai concerti o nelle discoteche. Per quanto riguarda le scelte enogastronomiche, il 61 per cento degli italiani che si mette ai fornelli porterà in tavola prodotti locali e Made in Italy, anche se c’è un 24 per cento che acquisterà guardando soprattutto al prezzo e alle offerte.

L’86% degli italiani non rinuncerà al tradizionale brindisi che vedrà protagonista gli spumanti italiani e dopo le bollicine tricolori il piatto più gettonato saranno le lenticchie (80%) che battono il panettone (76%) e il pandoro (68%).
Coldiretti parla anche di “storico ritorno al fai-da-te casalingo”.

Secondo l’indagine, gli italiani trascorreranno in media oltre tre ore per la preparazione del pasto del Natale e saranno tanti quelli che daranno un tocco personale alla tavola con menù che spazieranno dall’autarchico all’hi tech, dal biodiverso al salutista, dall’etnico al green.
Per chi vuole mangiare green o difendere la biodiversità non c’è che l’imbarazzo della scelta nel vasto panorama che offre l’agroalimentare nazionale, osserva Coldiretti. Per chi vuole invece coltivare uno spirito autarchico senza rinunciare ai prodotti cult del Natale, c’è ad esempio la possibilità di acquistare dell’ottimo caviale di lumaca siciliano al posto di quello del Volga, ma anche bottarga o trote al posto del salmone dell’Alaska.

Novità in arrivo anche per i salutisti, con tanti prodotti ad hoc: il pecorino anticolesterolo, i cioccolatini all’olio d’oliva, la pasta alla canapa o il muscolo di grano, che consente di portare in tavola dalla porchetta alla fiorentina, dal filetto agli straccetti, dagli hamburger ai salumi, tutto rigorosamente fatto di frumento e legumi.
Sulla scia della Conferenza sul clima di Parigi, si può anche decidere – prosegue Coldiretti – di imbandire le tavole con avocado o arachidi, che ora, proprio a causa dei cambiamenti climatici, si producono anche in Italia. E, per quanti cercano il menu del lusso, è possibile stappare lo spumante con polvere d’oro, ma anche il caviale “Doc” di produzione nazionale.

Per una idea regalo che concilia il passato con il futuro – continua Coldiretti – ci sono i legumi coltivati nell’Isola di Ustica, portati nello spazio da Samantha Cristoforetti, o le microalghe della specie Spiruline e Haematococcus, consigliate come integratori e ricostituenti.

Per i più romantici, infine, non può mancare un mix di prodotti afrodisiaci, dal pistacchio di Bronte al famoso brodo di giuggiole, fino all’immancabile peperoncino, per rendere la ricorrenza più piccante.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.