“Naturalmente otofrutta”: sabato alle 13.30 la crisi delle pesche e la ricerca in campo

La crisi e la speranza: una puntata dal doppio volto quella di questa settimana, perche’ parte dalla crisi nera dell’ortofrutta estiva, pesche e nettarine soprattutto ma anche meloni, cocomeri, cipolle e patate , per poi passare nel sipario tecnico alle sperimentazioni e ricerche che in ambito regionale vengono svolte in collaborazione tra agricoltori, CRPV, Universita’ ed esperti. Il Governo deve convocare un tavolo nazionale per arrivare alla firma di un accordo con la grande distribuzione, che permetta di non immettere nel mercato prodotto di scarsa qualità e sottocosto. Ma anche l’Europa deve capire che l’ortofrutta estiva è un prodotto altamente deperibile e che richiede particolari reti protettive da adottare su scala transnazionale, per un corretto governo dell’offerta. Per cui si chiedono due misure urgenti : : il ritiro dal mercato di una quota di invenduto da destinare agli indigenti e agli impianti a biogas, così come previsto dall’Ocm frutta, per favorire un sia pur minimo rialzo dei prezzi e, da parte dell’Europa, un provvedimento di sostegno economico analogo a quello varato, per sole cinque varietà vegetali, dopo la crisi dell’Escherichia Coli. Quattro crisi in sette anni non rappresentano piu’ un emergenza ma uan crisi strutturale : occorre lavorare per riorganizzare l’intera filiera, garantendo innanzi tutto un’ equa remunerazione ai produttori.
Nella seconda parte della puntata, in collaborazione con Apo Conerpo, in una serra oggetto di un progetto di ricerca, il Centro Ricerche Produzioni Vegetali, racconta come e perche’ vengono avviati progetti in risposta alle domande del mondo agricolo. CRPV è una società cooperativa che promuove ricerca, sperimentazione e divulgazione nel comparto delle produzioni vegetali. Operando a diretto contatto con le maggiori realtà del settore agro-alimentare, riesce a calibrare i progetti, mettere a punto le innovazioni e sviluppare gli studi su misura delle esigenze degli operatori, in un’ottica di sicurezza alimentare e valorizzazione delle produzioni.
Le attività, sono riconducibili a tre raggruppamenti di filiera: Ortofrutticola e Sementiera, Vitivinicola e Oleicola, Grandi Colture e Bioenergie.Formano la base sociale del CRPV Organizzazioni dei Produttori, organizzazioni economiche, centri di ricerca e formazione professionale, amministrazioni pubbliche e strutture private. La società ha lo scopo di fornire risposte adeguate alle richieste della produzione; di offrire ai produttori e ai tecnici agricoli, tramite appositi progetti di divulgazione, i risultati tecnici e scientifici della ricerca espressa attraverso programmi annuali e pluriennali e di coinvolgere organismi associativi, cooperativi, consortili, aziende ed altri Enti che abbiano fra gli scopi istituzionali la programmazione e valorizzazione dei comparti di produzione vegetale.Nell’ambito delle attività di miglioramento genetico che coordina, il CRPV si occupa anche della gestione dei brevetti e della successiva diffusione delle nuove varietà (ottenute con propri programmi di ricerca o avute in gestione da istituzioni italiane o estere).
Appuntamento su Telesanterno sabato 23 luglio alle 13.30

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.