Nel lunario: san Petronio e san Francesco

lune_malossini_20140927-x-agriIn questa settimana, esattamente il 4 ottobre, si festeggiano due santi patroni importanti: san Francesco, patrono d’Italia, e san Patronio, patrono di Bologna. La doppia ricorrenza è ricordata in questo proverbio bolognese. Par San Ptrôni e San Franzàsch, chi n’ha a panîra, adrôva al zàst. La traduzione è: Per san Petronio e san Francesco, chi non ha il paniere, usi il cesto, e ricorda che per questa data è meglio darsi da fare per concludere la vendemmia e raccogliere le noci.
Su san Francesco non mi dilungo, dato che di lui si conosce tutto, ma su san Petronio sì, dato che pochi, anche nella “Petroniana” Bologna, sanno
qualcosa di questo santo.

Petronio la gioventù pare la trascorse tra la Spagna e la Francia, seguendo di fatto il padre Sesto Petronio Probo, prefetto pretorio romano. Presto intraprese la carriera politico-amministrativa, fino a diventare egli stesso prefetto pretorio. Intorno al 421 la conversione, a Milano, dove venne ordinato sacerdote e nel 431 la nomina a vescovo di Bologna. Il grande amore dei bolognesi per questo Santo viene soprattutto per aver contribuito in modo determinante alla ricostruzione della città, distrutta per ordine dell’imperatore romano Teodosio I. A lui è attribuito, in particolare, il merito della costruzione del complesso della chiesa di Santo Stefano, conosciuta come la Piccola Gerusalemme o, a Bologna, come “Le sette Chiese”.

Oltre Petronio, in questa settimana (il 2 ottobre), si festeggia un santo molto particolare: l’Angelo custode. Sì, gli Angeli Custodi sono per la Chiesa cattolica dei Santi patroni a tutti gli effetti. Gli unici non umani. E sempre secondo la Chiesa ne esisterebbe uno per ogni credente. Gli Angeli hanno avuto nei secoli una diffusa venerazione, fino ad essere riconosciuti santi della Chiesa nel 1670 da papa Clemente X. Considerati al tempo stesso guida, protettori ed amici delle singole persone, vengono invocati per ottenere una morte buona, sono patroni della Pubblica Sicurezza spagnola e co-patroni della Russia.

Per chi non lo sapesse, gli angeli non sono tutti uguali. I Custodi appartengono agli Angeli, della Terza sfera dei Cori angelici, e sono quelli di più basso rango. Sopra di loro, a salire fino ai Serafini, che circondano Dio e sono quelli di più alto rango, troviamo: Arcangeli, Principati, Virtù celesti, Potestà, Dominazioni, Troni e Cherubini. In un remoto passato il capo degli angeli era un tal Lucifero, tanto orgoglioso della propria bellezza e potenza che sfidò Dio. Contro di lui si schierò e vinse l’esercito celeste capeggiato dall’arcangelo Michele e, da allora, Lucifero è diventato capo dei demoni nell’inferno e simbolo della più sfrenata superbia.
Tutti gli angeli hanno la corona angelica e, in quanto ad ali, i più dotati sono i Serafini, che ne hanno ben sei: due per volare, due per coprirsi il volto e due per coprirsi i piedi.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.