Nell’agricoltura i semi per il futuro, dell’Alto Adige così come di Fiera Bolzano

FB_Conferenza BOUn perfetto mix di aziende eccellenti legate a principi di sostenibilità, leadership e varietà di prodotti, di unicità dei prodotti fieristici che ricoprono i settori di riferimento a 360°, di autenticità dovuta al forte legame con il territorio e le sue aree di competenza, di innovazione grazie allo sviluppo delle nuove tecnologie. Questo il segreto del successo delle fiere legate all’agricoltura e all’alimentazione di Fiera Bolzano, un settore di spicco in Alto Adige grazie a solide tradizioni culturali, regole amministrative e promozione turistica. Non si può negare, infatti, che oggi la provincia autonoma di Bolzano sia conosciuta in tutto il mondo per le mele, i prodotti caseari e i vini, con marchi che sono sinonimo di qualità.
L’agricoltura in Alto Adige si avvantaggia di alcuni importanti elementi strutturali in parte dipendenti anche da politiche locali e facilitate dall’autonomia, che hanno consentito di mantenere un’elevata frazione della popolazione nei paesi, nelle campagne e nella montagna. La cooperazione nei diversi comparti agricoli è estremamente sviluppata e ha una lunga tradizione. Solo attraverso di essa è stato possibile realizzare investimenti strutturali come quelli delle moderne cantine sociali o delle cooperative di produttori di mele, dotati di macchinari per la selezione della frutta e celle per la loro conservazione all’avanguardia. Il caso della mela è emblematico: 18.000 ettari, circa 1 milione di tonnellate di prodotto e solo due cooperative di secondo livello che si occupano della commercializzazione.
Altro elemento di successo è il binomio, fortemente incentivato, specie nei masi di montagna, tra agricoltura e turismo. Si parla di circa 30 milioni di pernottamenti all’anno in Alto Adige, di cui buona parte negli agriturismi. Attraverso il turismo, facilitato dalle bellezze naturali, da ottime comunicazioni e da servizi per il turista, le aziende agricole riescono ad integrare il reddito direttamente (es. agriturismi, baite). Il turismo consente poi di far conoscere prodotti tipici sudtirolesi ad una vasta gamma di consumatori che, una volta rientrati nelle loro città di provenienza, continuano a cercare prodotti altoatesini e a sviluppare un passaparola positivo.
Peculiarità dell’Alto Adige è l’istituto del “maso chiuso” che, impedendo la frammentazione delle imprese agricole, ne consente la sopravvivenza, perché garantisce un reddito adeguato agli addetti. Infatti, nella provincia di Bolzano, negli ultimi dieci anni, il numero di aziende è calato pochissimo, a differenza di altre zone montuose d’Italia.
Il mantenimento della competitività del sistema agricolo in Alto Adige nell’ambito delle nuove sfide dell’agricoltura moderna è un compito che da tempo viene affrontato soprattutto da punto di vista organizzativo, ossia facendo “sistema” attraverso l’integrazione stretta delle competenze.
La filiera della mela è un esempio tipico di questa sinergia. Essa è supportata da: un consorzio di valutazione delle varietà prima della loro introduzione; dalla certificazione vivaistica e da un consorzio locale di vivaisti; da un unico servizio di consulenza tecnica, da un centro provinciale di sperimentazione agraria, da un sistema di vendita e marketing concentrato, da solida organizzazione sindacale e, infine, da una specifica formazione tecnica nelle scuole agrarie e nell’università.
Fiera Bolzano ha sviluppato fin da subito fiere legate all’agricoltura, in primis Agrialp, fiera per l’agricoltura dell’arco alpino, fiore all’occhiello nel settore è Interpoma, la fiera internazionale per la coltivazione, conservazione e commercializzazione della mela, che attira a Bolzano ogni due anni 18.000 visitatori da 60 Paesi diversi. Negli anni si è sviluppata Autochtona, forum dei vini autoctoni insieme con la già affermata Hotel, fiera specializzata per hotellerie e ristorazione e sono state introdotte nel parco di fiere di Fiera Bolzano anche Biolife, fiera dell’eccellenza regionale biologica e Nutrisan, il salone per intolleranze alimentari e corretta alimentazione. Fiera Bolzano ha messo in calendario per il 2016 anche una nuova manifestazione per il settore: Agridirect, fiera specializzata per la produzione e vendita diretta dei prodotti agricoli.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.