Niente crisi per San Valentino: il 60% degli innamorati festeggia al ristorante e vince il menu di pesce


La festa di S.Valentino e’ ‘sacra’ per il 25% degli italiani e il modo di festeggiarlo piu’ gettonato, a dispetto della crisi, e’ una cenetta romantica al ristorante, scelta da sei italiani su dieci, per una spesa media di 70 euro e un giro d’affari di 200 milioni di euro. Lo rileva una ricerca Fipe-Confcommercio svolta in collaborazione con Axis Market Research. Il 32% scegliera’ di recarsi nel locale abituale e il 13,5% in quello riservato alle ”cene romantiche”. il 5% cerchera’ ristoranti dove propongono menu speciali per S.Valentino e un 13,5% cenera’ dove capita. Dalla ricerca emerge ancora che S. Valentino e’ una festa ‘intima’, da festeggiare solo con il partner, per sei intervistati su dieci (59%), pari a 7,4 milioni di italiani. Il resto condividera’ la serata con coppie di amici (12,5%) e in famiglia con i figli (24%). ”Sappiamo che la crisi sta cambiando profondamente i modelli di consumo degli italiani – afferma il presidente Fipe, Lino Enrico Stoppani – ma dalla ricerca emerge che questo non avviene in occasione delle tradizionali grandi ricorrenze e che il ristorante dimostra di essere il luogo preferito dove trascorrere i momenti piu’ belli e significativi”. Sul fronte regalo – evidenzia ancora la ricerca -, si punta prevalentemente sui fiori (36%), quindi abbigliamento, calzature, accessori (19,5%) e profumeria (14%). E c’e’ anche un 5% che intende festeggiare senza entrare in conflitto con il portafoglio e trascorrera’ con il partner il dopocena. In particolare, circa un terzo andra’ al cinema, teatro o ad un concerto, mentre un altro terzo si rechera’ in discoteca o bar/gelateria/pub.
Meglio il pesce che la carne, per una cena a lume di candela per San Valentino: e’ piu’ ‘chic’, si digerisce meglio, fa piu’ ‘festa’ ed e’ afrodisiaco. A pensarla cosi’ e’ il 90,48% degli italiani che festeggeranno a tavola la ricorrenza degli innamorati, contro i patiti della bistecca che si attestano al 9,53%. E’ quanto emerge da un sondaggio online condotto dalla Federcoopesca-Confcooperative per scoprire il menu’ ideale nel giorno della festa degli innamorati. In vetta alla classifica tra i prodotti piu’ romantici ci sono i crostacei (40%), nell’ordine aragosta, astice e gamberoni, seguiti dai pesci (35%, di cui il 20% di cattura e il 15% di allevamento) dove vince la spigola, seguita da rombo, orate e gallinella; infine i molluschi (25%) dove il primo posto spetta alle ostriche, seguite da vongole, cannolicchi e cozze. Scelte dettate dalla tradizione, che annovera tra i prodotti top afrodisiaci ostriche (ricche di zinco, fondamentale per la produzione dello sperma e iodio, indispensabile alla tiroide per secernere gli ormoni che regolano la produzione dell’energia anche sessuale) e crostacei (ricchi di fosforo e proteine che stimolano il cervello da cui parte il desiderio). Italiani dunque sono pronti a festeggiare, tra saute’, spigole e pesce in guazzetto, ma tenendo sempre un occhio vigile al portafoglio. Secondo il sondaggio, infatti, il 70% e’ disposto a spendere a persona tra i 30 e i 50 euro, mentre il 30% fino ad 80 euro. Pesce si’ ma, raccomandano gli esperti della Federcoopesca, meglio optare per piatti non troppo elaborati, in modo da avere un gradevole dopocena; aglio, sale, pepe e troppe spezie, se il prodotto e’ fresco, non servono. Per quanto riguarda le specie, i piu’ leggeri sono razza, nasello, sogliola, spigola, trota, dentice, orata, sarago e cernia. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.