Nitrati: le associazioni agricole dell’E-R chiedono chiarezza a Errani

maiali3
Sulla diatriba Nitrati, le associazioni Cia, Confagricoltura e Copagri dell’Emilia-Romagna chiedono chiarimenti al presidente Vasco Errani “su come la Regione intenda affrontare la situazione di tensione generata unilateralmente dalla Freda”. L’Emilia-Romagna ha comunicato al Governo, insieme alle altre Regioni padane, che non applicherà le deroghe del Decreto Sviluppo alla direttiva Nitrati, per evitare la procedura d’infrazione Ue. Ma se l’assessore all’agricoltura Tiberio Rabboni ha posto l’accento sugli studi che evidenzierebbero come sia calato l’apporto agricolo ai nitrati, prefigurando ipotesi di revisione delle zone vulnerabili, l’assessore Sabrina Freda ha invece negato che ve ne siano le condizioni. Ora le associazioni di allevatori, che già avevano storto il naso alla decisione di non applicare le deroghe, ribadiscono le proprie “legittime istanze di rispetto degli impegni presi che poggiano su solidi dati rilevati, rilevabili oltreché dimostrabili con gli specifici criteri scientifici, e non certo legati a interessi di parte e alla volontà di risparmiare su impianti di trattamento e di stoccaggio dei reflui”. Per le associazioni, il comportamento dell’assessore Freda è “offensivo, non giustificabile e assolutamente al di fuori delle abitudini di una Giunta regionale che ha sempre posto il dialogo con le parti sociali al primo posto”. E’ “inderogabile un chiarimento del presidente Errani”, iniziando “a prendere ufficialmente le distanze dalle dichiarazioni di quest’ultima e valutando le iniziative – concludono – per riportare nel giusto alveo la discussione su tutte le tematiche ambientali”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.