No al grano estero: a Corigliano presidio della Coldiretti


Alcune centinaia di imprenditori agricoli della Coldiretti Calabria, con in testa il presidente regionale, Pietro Molinaro, stanno effettuando un presidio nel porto di Corigliano Calabro per protestare contro lo sbarco da un mercantile di grano di provenienza estera ”per impedire – e’ detto in una nota – che poi, all’insaputa dei cittadini-consumatori, vada a finire sulle tavole diventando magicamente italiano”. Secondo la Coldiretti, ”un pacco di pasta su tre – denuncia la Coldiretti – e’ fatto con grano straniero, ma i consumatori non lo sanno perche’ non e’ obbligatorio indicare la provenienza in etichetta. Continua quindi la nostra battaglia per richiedere l’approvazione definitiva della Legge sull’etichettatura che impone l’obbligo di indicare in etichetta il luogo di origine della materia prima”. ”Non e’ piu’ tollerabile – sostiene Pietro Molinaro – il furto d’identita’ che si consuma ogni giorno ai danni degli agricoltori, che e’ poi anche un inganno per i consumatori. Dopo la manifestazione del luglio scorso nel porto di Gioia Tauro, che aveva compiuto una ‘operazione verita” sui succhi di agrumi arrivati in Calabria da varie parti del mondo e che hanno messo in crisi il comparto agrumicolo con prezzi irrisori pagati ai produttori e con fenomeni di sfruttamento della manodopera per i quali la Coldiretti ha sempre chiesto ‘tolleranza doppio zero’, adesso e’ il turno del porto di Corigliano, dove transitano tonnellate e tonnellate di prodotti spacciati per made in Italy e dove l’arrivo di grano di provenienza incerta sta facendo quasi scomparire in Calabria questa coltura che una volta, anche ripercorrendo significativi fatti storici, rappresentava una fonte di reddito per la nostra economia tanto da contribuire ad essere una regione considerata granaio d’Italia”. ”Un danno evidente – aggiunge Molinaro – a carico degli imprenditori calabresi, che non riescono a spuntare prezzi equi e remunerativi, e a carico dei consumatori, che non sanno con quale grano sono prodotti il pane e la pasta che acquistano”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.