Nocciole tossiche: l’allarme della Coldiretti per il via libera dell’Ue

nocciole
Il comitato permanente per la catena alimentare dell’Ue ha detto sì al raddoppio dei limiti fissati per il contenuto di aflatossine tossiche nella frutta in guscio (come nocciole e pistacchi) e nei prodotti derivati attualmente previsti dalla normativa europea. Lo rende noto la Coldiretti che sottolinea come il voto contrario dell’Italia non sia stato sufficiente a fermare questa preoccupante novità sul contenuto in aflatossine che sono sostanze tossiche, potenzialmente cancerogene, legate allo sviluppo di muffe sul prodotto e quindi a pratiche agronomiche non ottimali.
La Coldiretti ricorda che la Turchia è il più grande produttore mondiale di nocciole e che nei primi nove mesi del 2009, ben 56 partite di nocciole provenienti da questo paese sono risultate contaminate in diversi stati dell’Unione.
Sulla questione è intervenuto il ministro delle politiche agricole Luca Zaia: “gli uffici del mio Ministero hanno già segnalato alla Commissione europea la grave situazione di crisi che deriverebbe dalla sleale concorrenza turca, ed hanno chiesto, sulla base delle mie direttive, di attivare clausole di salvaguardia contro queste importazioni nonché di esercitare nei confronti del governo turco le più forti pressioni per un commercio leale, approfittando del processo di adesione in corso”. Ma – ha precisato Zaia – non si tratta solo di concorrenza sleale: “le preoccupazioni italiane fanno anche riferimento alla situazione fito-sanitaria della nocciola turca, che fa registrare un contenuto fuori dalla norma di aflatossine. Ho chiesto a tutti gli uffici competenti di attivare al massimo i controlli alle frontiere per impedire l’accesso sul territorio italiano ed europeo di un prodotto pericoloso per la salute umana”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.