Nomisma, 91% vorrebbe standard certi per bio non alimentare

SANA 2Cresce l’attenzione del consumatore italiano per i prodotti per la cura della persona e per i cosmetici biologici: è quanto emerso dall’indagine dell’Osservatorio Sana 2013, curata da Nomisma su incarico di BolognaFiere. In particolare è emerso con estrema chiarezza l’interesse (91% dei consumatori) per l’introduzione di una normativa europea che fissi criteri e standard per una certificazione di tali prodotti, come già avviene per gli alimenti biologici in commercio. L’indagine di Nomisma è stata condotta nel mese di giugno 2013 su un campione rappresentativo della popolazione italiana (1.009 interviste). I risultati completi della ricerca verranno presentati domani nella prima giornata del Salone Internazionale del Biologico. Alla domanda se negli ultimi 12 mesi ha acquistato o utilizzato cosmetici e prodotti per la cura della persona naturali, ecologici (o con ingredienti biologici privi di sostanze dannose per l’uomo e l’ambiente, ben l’81% dei consumatori ha risposto sì (il 46,6% ‘ogni tanto’, il 19% ‘spesso’, il 15% ‘una volta’). La principale propensione all’acquisto (64,9% dei consumatori) è stata a favore di prodotti per la cura del corpo e l’igiene della persona (come shampoo, bagnoschiuma, sapone). Per i cosmetici (creme, prodotti per il trucco) l’interesse sfiora il 40%. Ai consumatori sono state anche sottoposte le immagini dei principali marchi di certificazione bio per valutare il tasso di penetrazione dei prodotti cosmetici/prodotti per la cura della persona certificati (secondo le procedure e gli standard associati ai marchi): è risultato che il 5% dei consumatori ha acquistato almeno un prodotto certificato negli ultimi dodici mesi; un altro 26%, pur conoscendo le certificazioni, non ne ha acquistati; il 44% non ha mai visto prodotti con questi marchi. Dall’indagine risulta elevata anche la disponibilità potenziale all’acquisto di prodotti cosmetici o di cura della persona certificati bio qualora si introducesse una certificazione bio europea unica: il 37% dei consumatori dichiara che con certezza li acquisterebbe. Una percentuale assai superiore rispetto all’attuale domanda che, nella realtà presente caratterizzata dall’esistenza di differenti schemi di certificazioni bio, coinvolge solo il 5% dei consumatori. Se a questo 37% si aggiunge anche la percentuale di chi ”probabilmente li acquisterebbe” (pari a un ulteriore 55%), l’interesse potenziale risulta marcatamente più alto del presente, toccando appunto il 91%.(ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.