Novità importanti per lo zucchero in Europa

La Commissione europea propone di aumentare di 500.000 tonnellate le esportazioni di zucchero da parte dei produttori Ue per i quantitativi che non rientrano nelle quote di produzione, annuncia che sta preparando, per la campagna bieticola-saccarifera 2010-2011 un regolamento che consente l’importazione di 400.000 tonnellate di zucchero dai mercati mondiali in esenzione da dazio doganale, da destinare probabilmente all’industria chimica, e che la ristrutturazione del settore si e’ conclusa con successo e non sara’ necessario una riduzione finale della quota di produzione. Sono le novità che si preospettano per il settore dello zucchero in Europa. L’attuale situazione del mercato mondiale rappresenta un’eccezione – dice la commissaria europea all’agricoltura Mariann Fischer Boel – spiegando: ”La produzione inferiore ai consumi e la riduzione delle scorte hanno fatto si’ che i prezzi dello zucchero raggiungessero livelli senza precedenti, a scapito dei consumatori dei paesi piu’ poveri”. Questa situazione – ha aggiunto – ha coinciso con la fine della ristrutturazione dell’industria europea dello zucchero: ”Il prezzo di mercato dello zucchero ha subito una riduzione, e i produttori meno competitivi hanno sospeso la produzione, migliorando la competitivita’ del settore europeo, a livello sia di bieticoltori che di industria di trasformazione”.
Ecco tempi e contenuti delle misure proposte dalla Commissione europea. Domani, 28 gennaio, Bruxelles presentera’ al Comitato di gestione (che riunisce gli esperti dei 27 Stati membri) un progetto di regolamento che consente l’esportazione di 500.000 tonnellate in piu’ di zucchero fuori quota, nell’ambito della campagna di commercializzazione 2009-2010 che si conclude il 31 luglio 2010. La misure temporanea – precisa Bruxelles – ”e’ in linea con gli obblighi internazionali dell’Ue, ed e’ stata resa possibile dall’eccezionalita’ – a livello europeo e mondiale – delle condizioni di mercato”. Per la campagna 2010-2011, il limite alle esportazioni sara’ probabilmente riportato a 650.000 tonnellate, come stabilito dalla normativa europea. La Commissione ha poi deciso che ”non e’ necessario applicare una riduzione finale della quota” per raggiungere un equilibrio strutturale sul mercato Ue dello zucchero al termine del periodo di ristrutturazione. ”Grazie alla rinuncia volontaria nel quadro del fondo di ristrutturazione – scrive Bruxelles – le quote hanno subito una riduzione pari al 96,6% dell’obiettivo iniziale di 6 milioni di tonnellate stabilito dalla riforma”. Infine, per la campagna 2010-2011, la Commissione sta preparando un regolamento che consente l’importazione di 400.000 tonnellate di zucchero dai mercati mondiali in esenzione da dazio doganale. Questo zucchero sara’ probabilmente destinato all’industria chimica, con l’obiettivo di garantire – nel lungo periodo – la pianificazione dell’approvvigionamento di materia prima per questo settore.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.