Nuova Pac, Rabboni: il Ministro scelga nell’interesse del Paese.

Rabboni“Invito il Ministro a fare una proposta che guardi agli interessi dell’Italia e non delle singole Regioni e che sia di supporto a quelle produzioni, strategiche per il Paese, che sono effettivamente in difficoltà, tenendo conto anche delle scelte degli altri Paesi europei nostri concorrenti.” Così l’assessore regionale all’agricoltura dell’Emilia-Romagna Tiberio Rabboni al termine dell’incontro svoltosi oggi a Roma tra Regioni e Ministero per decidere nell’ambito della nuova Pac 2014-2020 la destinazione degli aiuti accoppiati.
L’incontro è stato aggiornato al prossimo 8 maggio, a fronte di posizioni diverse delle Regioni che non hanno permesso di trovare un accordo. Per tale data il ministro Martina ha annunciato che presenterà una proposta conclusiva.
Riferendosi alle decisioni già definite da altri Paesi europei e in particolare da quelli dell’area mediterranea diretti concorrenti dell’Italia, Rabboni ha confermato la proposta di aiuti accoppiati per la zootecnia da latte e da carne, ma anche per la barbabietola da zucchero, il pomodoro da industria e la frutta trasformata. “Mentre per il pomodoro da industria abbiamo un problema di costi di produzione maggiori del 20% rispetto ai nostro concorrenti che sono già orientati all’aiuto accoppiato, come Portogallo, Francia, Spagna e Grecia – ha spiegato in particolare l’Assessore – per quello che riguarda la barbabietola, la nostra produzione, che copre un terzo del fabbisogno interno, sconta come sappiamo rese inferiori a quelle degli stati più vocati come Francia e Germania. Una situazione che ci accomuna a Grecia, Spagna, Ungheria, Polonia e Slovacchia: tutti Paesi che hanno già deciso per l’accoppiamento”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.